|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
18/10/2020

Fonte
www.vita.it

Un po' meno generosi gli italiani nel 2019

Secondo il 3° Rapporto dell'Istituto Italiano della Donazione, presentato in questi giorni, nel 2019 è diminuita la generosità degli italiani rispetto all'anno precedente.

La ricerca "Noi doniamo - Edizione 2020", redatta in collaborazione con Assif, BVA Doxa, Caritas Italiana, Centro Nazionale Sangue, Centro Nazionale Trapianti, EU Consult Italia, Osservatorio di Pavia e Walden Lab, rileva che è alta la quota di italiani che non praticano alcuna forma di donazione economica. È in diminuzione, infatti, la percentuale di persone che donano denaro e che si impegnano nel volontariato, mentre rimane stabile o in lieve aumento il numero di coloro che fanno o sono propensi a fare donazioni biologiche.

Chi dona dà prevalenza alla ricerca medico-scientifica, seguono le elargizioni a favore di malati e disabili e al contrasto alla povertà. Nel periodo di epidemia Covid, inoltre, gli atti di donazione sono andati a favore della Protezione Civile e delle strutture sanitarie.


(Sintesi redatta da: Nives Lacchi)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

"Portagirevole" per contrastare l'isolamento

Porta Girevole è un percorso laboratoriale di Welcom2019 che ha lo scopo di contrastare le nuove forme di solitudine, di chi non ha reti di riferimento, di chi non si sente parte, di chi non sa a chi chiedere, di chi è appena arrivato, attraverso azioni concrete.

Non si può entrare nelle RSA ma si può scrivere una cartolina

Una residenza per anziani di Como ha escogitato uno strumento per attenuare la solitudine dei propri ospiti che, causa Covid-19, non possono ricevere visite di familiari o amici. L’idea è venuta proprio all’operatrice della RSA che, nel marzo scorso, si era ammalata di Covid, ma aveva deciso di scrivere lettere ad alcune ospiti per salutarle a distanza.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Sarà attivo fino al 2023 il progetto Smart Bear (Smart Big Data Platform to Offer Evidence-based Personalised Support for Healthy and Independent Living at Home) che vede coinvolti 27 partners da 11 nazioni.

 

Scritto da Mathieu Enza il 18/01/2021

Parola chiave: Benessere, Europa, Prevenzione, Progetto obiettivo tutela della salute degli anziani

 

Si chiama "Favole al telefono”, come il celebre libro di Gianni Rodari, il progetto messo in campo dalla Geriatria dell’Asl del Verbano Cusio-Ossola e dagli allievi della classe media II B dell’Istituto Comprensivo F.M. Beltrami.

 

Scritto da Lacchi Nives il 16/01/2021

Parola chiave: Letteratura, Rapporto nonni nipoti, Solitudine

 

I volontari di Albignasego, nel padovano, con il contributo del Comune, hanno sperimentato attività socializzanti e di supporto per malati di Alzheimer e per i loro familiari.

 

Scritto da Desanti Gianni il 14/01/2021

Parola chiave: Malattia di Alzheimer, Rete sociale

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6381 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.