|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
20/01/2021

Fonte
www.askanews.it

Disturbi del sonno? Rischio di ammalarsi di Parkinson entro 2 anni

La presenza di specifici disturbi del sonno, associati ad alterazioni del funzionamento cerebrale, "predice" un rischio sei volte maggiore di andare incontro al Parkinson entro breve tempo, appena 2 anni.

Lo dimostra uno studio internazionale pubblicato sulla prestigiosa rivista Brain e coordinato da ricercatori dell’IRCCS Ospedale Policlinico San Martino – Università di Genova, secondo cui in persone con oltre 70 anni un disturbo comportamentale nel sonno REM, associato a specifici parametri clinici e di neuroimaging, è indice di un rischio quasi sei volte più elevato di sviluppare Parkinson.

I disturbi del sonno REM , infatti, sono noti fattori di rischio per l'insorgenza di patologie collegate all'acccumulo di alfa-sinucleina, come il Parkinson. I ricercatori spiegano che in fase REM i muscoli volontari dovrebbero rimanere rilassati, mentre questi soggetti presentano un'intensa attività motoria.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Smart home: una possibile soluzione ai problemi legati all’invecchiamento

L'innovazione digitale continua ad ampliare la gamma delle possibilità per migliorare la qualità della vita usufruendo anche dell'intelligenza artificiale. Nella città greca di Patrasso, ad esempio, i ricercatori stanno testando quella che potrebbe essere la smart home (o "casa intelligente") del futuro con l’ obiettivo di preservare l'indipendenza di anziani, disabili o malati cronici.

Prendersi cura

La morale “anarcoide” di questo film duro e crudele è che per amore si possa legittimamente interrompere una sofferenza insopportabile. La legittimità non viene dalla promessa fatta alla persona amata di non ricoverarla in una casa di cura, bensì, principalmente, dall’imperativo di risparmiarle il degrado che non può non ferire il suo senso del decoro e del rispetto do sé. Qui una valutazione puramente estetica trascende la morale comune, diventa discrimine basato sulla bellezza intesa come valore supremo. 

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Il progetto, promosso dalla fondazione europea Guido Venosta, coinvolge i radiotaxi milanesi 024040, 028585, 026969 e le associazioni di categoria Tam, SATaM, unione artigiani della provincia di Milano, Taxiservice, insieme a palazzo Marino. 

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 29/03/2021

Parola chiave: Anziano non autosufficiente, Bisogni degli anziani, Crisi economica, Epidemie, Rete dei servizi, integrazione

 

Il Ministro per l’innovazione tecnologica e la transizione digitale, Vittorio Colao, ritiene che sia indispensabile potenziare la digitalizzazione della Pubblica Amministrazione per poter meglio rispondere alle esigenze dei cittadini.

 

Scritto da Lacchi Nives il 28/03/2021

Parola chiave: Qualità dei servizi, Rete informatica, Tecnologia

 

Tutti i giovedì alle 15, su Google Meet, l'Associazione "I Ragazzi della Terza Età" organizza il programma di intrattenimento "I caffè della Valle". Un'iniziativa che nasce dalla necessità di continuare ad incontrarsi, divertendosi e condividendo esperienze e testimonianze con l’obiettivo di non smettere mai di imparare e di confrontarsi.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 24/03/2021

Parola chiave: Informatica, Internet, No profit, Volontariato a favore di anziani

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6441 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.