|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
14/03/2021

Alcune indicazioni per la campagna vaccinale delle persone anziane

A cura dell’Associazione Italiana di Psicogeriatria (AIP)

 

Con queste indicazioni l’Associazione Italiana di Psicogeriatria offre un contributo alla costruzione delle liste d’attesa vaccinali riguardanti le persone anziane, sulla base di reali esigenze di salute. Infatti, la mediana dell’età delle persone scomparse a causa del Covid-19 è di 83 anni; ciò ha posto le persone molto anziane al centro dell’attenzione del nostro Paese e degli altri paesi europei. D’altra parte, i dati di letteratura indicano che vaccinando i più anziani si salvano molte persone e, inoltre, aumentano gli anni di spettanza di vita. Ad esempio, dopo la vaccinazione, nelle case di riposo USA i casi di infezione si sono ridotti del 80% e le mortalità del 65%.

La vaccinazione assicura alle persone di ogni età, ma soprattutto a chi ha più bisogno di certezze, la possibilità di costruire un domani e quindi di contribuire alla crescita complessiva delle comunità.

 

È necessario quindi:

- Essere convinti a tutti i livelli che la vaccinazione è il metodo largamente più efficace per preservare la vita delle persone anziane fragili;

- Evitare di comunicare dubbi e critiche sulle diverse preparazioni farmaceutiche, sulla loro efficacia in età avanzata e sugli eventuali effetti collaterali;

- Invitare i medici ad un’attenta azione di sorveglianza rispetto all’esecuzione della vaccinazione da parte dei cittadini di loro competenza;

- Estendere con attenzione la vaccinazione delle persone meno facilmente raggiungibili (persone sole, abitanti di centri isolati, cittadini incerti, ecc);

- Dopo la vaccinazione degli ultraottantenni, proseguire con i 75-79enni, poi progressivamente con le altre età. Fino ai settantenni è necessario garantire una precedenza in base all’età;

- Dare la precedenza alle persone affette da demenza di qualsiasi età. Sono infatti particolarmente fragili sul piano clinico-biologico e in difficoltà nel rispettare le norme preventive (mascherina, distanziamento, lavaggio delle mani);

- Dare la precedenza agli over 65 affetti da malattie di ambito oncologico, cardiocircolatorio, respiratorio, metabolico, ecc. Sollecitare i medici curanti a intervenire per avvisare i pazienti sull’importanza della vaccinazione per le persone particolarmente fragili a causa di patologie pregresse;

- Sensibilizzare i decisori sulla possibilità di vaccinare con precedenza i caregiver di persone anziane non autosufficienti, sia famigliari sia professionali, evitando di discriminare in base alla tipologia del rapporto di lavoro

 

L’Associazione Italiana di Psicogeriatria è una società scientifica che riunisce medici geriatri, neurologi, psichiatri, e psicologi attorno al tema della cura degli anziani resi fragili da malattie che riguardano la sfera comportamentale e psicologica e le loro ricadute sulla salute somatica. Nei suoi 22 anni di vita ha svolto attività formative e di ricerca, nonché di intervento per la qualificazione dei servizi, attraverso la rivista Psicogeriatria, i suoi supplementi, una newsletter settimanale, il congresso nazionale annuale e una serie di eventi organizzati dalle 12 sezioni regionali. Durante la pandemia, inoltre, si è costantemente impegnata in un’opera di ricerca e di studio, nonché di formazione e di supporto agli operatori nei vari settori dell’assistenza, dal territorio agli ospedali fino alle RSA.


(Tratto dall’articolo )

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Una lotta con la mente: affrontare la depressione in terza età

Secondo uno studio dell’OMS, i disturbi depressivi colpiscono nel mondo 322 milioni di persone di tutte le età. L’incidenza più alta, però, si registra tra adulti e anziani. La depressione in terza età può portare a non vedere prospettive con il rischio di rinunciare a vivere bene, a mangiare, a fare attività fisica, a curarsi, ad avere una vita sociale.

Smog e capacità cognitive: la relazione scoperta dalla Columbia University

Da uno studio condotto dalla Colombia University e pubblicato dalla rivista Nature Aging, è emerso che l'esposizione alle microparticelle dello smog, seppur per un tempo limitato, è in grado di compromettere le capacità cognitive degli anziani. Questi effetti, tuttavia, sarebbero mitigati attraverso l'assunzione di farmaci FANS.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Una delle principali priorità dei lavoratori è quella di prepararsi al momento del pensionamento, a prescindere dalla carriera lavorativa intrapresa, e la città e il Paese di residenza possono fare la differenza nel determinare lo stile di vita che si può avere una volta pensionati.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 11/07/2021

Parola chiave: Analisi comparative, Pensionamento, problemi del, Qualità della vita

 

Milano 2035 è un progetto che prevede il raggiungimento di vari obiettivi intergenerazionali, tra cui il cohousing, il riciclo e il volontariato.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 05/07/2021

Parola chiave: Cohousing, Progetto obiettivo tutela della salute degli anziani, Rapporti intergenerazionali

 

Le persone che hanno superato i 60 anni sono solite a manifestare disturbi del sonno. Il disturbo più frequente è l'insonnia, che può essere causato da origini psicologiche (ansia, depressione, cambio di abitudini); cliniche (dolori o assunzione di farmaci); oppure legate allo stile di vita (alcol, caffè, fumo). Infine, un ruolo importante è dettato anche dall'ambiente di riposo: un letto non confortevole, la temperatura, la luce o il suono di sottofondo.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 05/07/2021

Parola chiave: Disturbi del sonno, Farmaci, Stili di vita

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6499 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.