|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.spazio50.org
17/03/2021

Soddisfatti del proprio lavoro: gli over 50 e il senso della felicità

L’Associazione “Ricerca Felicità” ha effettuato una ricerca sulla felicità nella popolazione italiana ancora inserita nel mondo del lavoro. L’analisi ha considerato sia la dimensione aziendale che quella individuale e sociale. Sei gli obiettivi che ha indagato: felicità in generale, solitudine e isolamento, felicità al lavoro, senso di appartenenza, riconoscimento e discriminazione e il lavoro e suo significato.

Quello che sicuramente emerge è un “gap” generazionale a livello lavorativo. Quasi il 30% del campione intervistato non si riteneva d’accordo con la frase “I miei meriti vengono sempre riconosciuti”. Invece, è proprio nella fascia dei nati tra il 1946 e il 1964 (gli over 50) che cresce la percentuale di chi ritiene riconosciuti i propri meriti in modo adeguato.

Anche solitudine e isolamento sembrano maggiormente sentiti dai più giovani rispetto agli adulti: si passa dal 21% fino al 10% (dai più giovani ai più anziani) di coloro che avvertono questi problemi e dal 42% al 57% di coloro che non si sentono particolarmente toccati dalla questione.

Insomma: gli over 50 sono i più soddisfatti del proprio impiego ed anche i più felici.


(Fonte: www.spazio50.org)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Gli anziani e i vaccini: facciamo chiarezza

I dubbi inziali su quale tipo di vaccino usare sono stati “spazzati via” dal dato più importante: dopo la vaccinazione, gli anziani non muoiono più. Molte RSA, in cui all’inizio della pandemia si era rilevato in numero più alto di decessi, oggi non hanno più contagi.

Gli anziani e la Bibbia. Letture spirituali della vecchiaia

«Il numero degli anziani è cresciuto. La loro età media si è innalzata. È la realizzazione di un sogno antico dell’umanità: vivere a lungo, allontanare le frontiere della morte il più in avanti possibile, una vera “benedizione”. Ma non possiamo nasconderci un paradosso: tale benedizione è divenuta una “maledizione” in parecchi casi. Un dramma per tanti. È un problema sociale complessivo».

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Un'alimentazione adeguata è uno degli aspetti più importanti per preservare la salute e l'autonomia dell'anziano. Eppure la malnutrizione riguarda il 3-4% dei soggetti anziani che vivono a casa loro fino ad arrivare al 70% di quelli ospitati in strutture di lungodegenza e Rsa.

 

Ansa Salute News, www.federfarma.it, 11/06/2021

Parola chiave: Alimentazione, Residenza Sanitaria Assistenziale

 

L'agenzia Moody's prevede che, nei prossimi anni, Italia e Spagna saranno i paesi che più spenderanno in sanità con un aumento rispettivamente del 13% e del 18%.

 

D'Agostino Annarita, www.spazio50.org, 19/05/2021

Parola chiave: Atteggiamento verso invecchiamento, Costi sanitari e assistenziali, Analisi demografica, Ricerca

 

I senior ostili alle tecnologie? Niente affatto! In questo periodo, complice anche la pandemia, è sempre in crescita la domanda di servizi digitali da parte degli anziani. Lo sostiene una ricerca presentata dall’Università di Milano Bicocca.

 

Vinci Romina, www.spazio50.org, 18/05/2021

Parola chiave: Rapporti intergenerazionali, Tecnologia, Digital divide, Informatica

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 163 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.