|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
19/04/2021

Fonte
spazio50

Terza età a 45 anni? La causa è genetica

Secondo un team di scienziati statunitensi, l’invecchiamento non dipende dall’età anagrafica, ma da quella biologica. Per misurarlo sarebbe sufficiente utilizzare l’indice relativo al “Ritmo di Invecchiamento”. A quanto pare, infatti, la terza età dipende da alcuni indicatori che possono essere misurati con anticipo. Ad individuarli, uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della Duke University di Durham, nella Carolina del Nord, e pubblicato dalla rivista Nature Aging.

Gli scienziati hanno preso in esame un campione di circa 1000 pazienti, classe 1972-73, utilizzato in un precedente studio scientifico (The Dunedin Study). In un periodo di 20 anni, hanno collezionato i dati relativi a 19 biomarcatori. Il team ha misurato i marcatori precisamente a 26, 32, 38 e 45 anni, ottenendo un indice chiamato Pace of Aging, ovvero “Ritmo di Invecchiamento”.

Questo indice permette di verificare come cambiano le funzioni dei sistemi cardiovascolare, metabolico, renale, immunitario, dentale e polmonare con il passare dell’età e, in particolare, con quali implicazioni sulla vita futura. Risultato: c’è chi invecchia prima e più velocemente di altri coetanei. Questo perché il processo di invecchiamento non dipende dall’età riportata sulla carta d’identità ma da quella biologica.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

La foto più bella dell'anno ritrae un abbraccio dopo mesi di isolamento

Il primo abbraccio dopo mesi di isolamento, è questa la foto dell'anno del World Press Photo. Un'opera del danese Mads Nissen che si è aggiudicato lo storico premio di giornalismo fotografico.

Gilead

John Ames ha 76 anni ed è il pastore congregazionalista di Gilead, cittadina di poche anime nel cuore dell’Iowa. Ha una malattia cardiaca che lo sta spegnendo. Ecco dunque la decisione, nella primavera del 1956, di lasciare testimonianza di sé al figlio di soli sette anni che non vedrà crescere, né educare.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Eurostat ha analizzato l’indice di dipendenza degli anziani, vale a dire il rapporto tra persone in età lavorativa (20-64) e persone over 65. L’Italia è tra i paesi con il rapporto di dipendenza più elevato insieme a Germania, Grecia, Spagna, Francia, Portogallo e Finlandia.

 

Scritto da Desanti Gianni il 15/10/2021

Parola chiave: Analisi demografica, Europa, Politiche riferite alla popolazione anziana, Ricerca

 

Uno studio condotto dal professor Alfredo Berardelli, I.R.C.C.S. Neuromed di Pozzilli (IS) e Università Sapienza di Roma, pubblicato sulla rivista Scientific Reports, ha evidenziato che i pazienti affetti da malattia di Parkinson, nelle forme moderata e avanzata, presentano nella loro saliva un livello di caffeina inferiore rispetto alle persone sane.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 16/10/2021

Parola chiave: Malattia di Parkinson, Stili di vita, Alimentazione, Ricerca

 

Dedico un pensiero particolare nell’editoriale di questo mese ai volontari che finora hanno lavorato negli hub vaccinali: Alpini, Associazioni d’arma, Protezione Civile, Ordine di Malta e Cisom), altri gruppi di volontariato (Avo, Amo la vita, le Misericordie, le varie croci, gli scout, ecc.). Senza retorica, posso dire infatti che questa ricchezza di libere volontà merita grande ammirazione.

 

Scritto da Trabucchi Marco il 14/10/2021

Parola chiave: No profit, Rete sociale, Vaccinazioni, Volontariato di anziani

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6518 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.