|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
05/07/2021

Fonte
spazio50

Obiettivo Milano 2035: l'abitare collaborativo

Milano 2035 è un progetto che prevede il raggiungimento di vari obiettivi intergenerazionali, tra cui il cohousing, il riciclo e il volontariato.

A costituire l'intera iniziativa sono alcuni progetti come quello di "Prendi in casa" che prevede l'offerta di un alloggio a prezzi agevolati. La "stanza" è messa a disposizione a casa di anziani resindenti nella città metropolitana, senza obbligo di reciproca assistenza. Unica richiesta: assistenza domestica e socialità.

Inoltre, all'interno di Milano 2035 è stato lanciato Repair Bar "Lab Barona", il primo bar della città dedicato al riciclo. Qui si può imparare ad aggiustare degli oggetti, scambiare oggetti che non si usano più e condividere idee sull'arte del riuso. Per farlo si ha libero accesso a beni materiali come spazio, arredi, attrezzi per il fai-da-te e a risorse immateriali quali connessione digitale, tempo, relazioni, competenze e incontri con cittadini e volontari.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Invecchiare bene e dormire meglio

Le persone che hanno superato i 60 anni sono solite a manifestare disturbi del sonno. Il disturbo più frequente è l'insonnia, che può essere causato da origini psicologiche (ansia, depressione, cambio di abitudini); cliniche (dolori o assunzione di farmaci); oppure legate allo stile di vita (alcol, caffè, fumo). Infine, un ruolo importante è dettato anche dall'ambiente di riposo: un letto non confortevole, la temperatura, la luce o il suono di sottofondo.

Colette Maze, la storia della pianista ultracentenaria

Colette Maze è la pianista più longeva ancora in attività e di recente ha rilasciato un'intervista al canale radiofonico France Musique in cui racconta qualche curiosità sulla sua vita.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Uno studio effettuato dall'Università di York ha rilevato che il ballo, praticato settimanalmente, aiuta gli ammalati di Parkinson. Gli autori hanno scoperto che si riducono le disabilità motorie e si registra un miglioramento significativo nelle aree correlate alla parola, ai tremori, all’equilibrio e alla rigidità.

 

Scritto da Desanti Gianni il 31/07/2021

Parola chiave: Malattia di Parkinson, Riabilitazione, Danza, canto, recitazione, musica

 

L'Irlanda, con i fondi che la UEFA devolve ogni anno a favore di attività di responsabilità sociale, ha dato vita al progetto Walking Football per adattare le modalità di gioco ai ritmi più lenti dei senior.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 30/07/2021

Parola chiave: Attività fisica

 

Wally Funk, classe 1939, è una pioniera delle pari opportunità. Da sempre si è occupata di attività di studio e di lavoro prettamente maschili, come il suo desiderio di diventare astronauta. Il coronamento di questa esperienza spaziale si è avuta, però, solo quest'anno grazie a Jeff Besoz.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 30/07/2021

Parola chiave: Storie di vita, Viaggio

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6507 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.