|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
31/07/2021

Fonte
www.proiezionidiborsa.it

Ecco iAge: l'orologio che misura l'invecchiamento

Scoperto l’orologio della vita che individua le malattie, la longevità e il deterioramento. Per trovarlo sono stati analizzati i campioni di sangue di 1.001 soggetti, compresi tra un’età di 8 a 96 anni. Questo per stabilire una relazione con l’orologio biologico “iAge”, che porta all’invecchiamento, alle malattie e al deterioramento immunitario.

Lo studio, effettuato dalla società Edifice Health e pubblicato sulla rivista Nature Aging, spiega che il sistema iAge prevede un algoritmo, il quale fornisce alle persone un punteggio in base all’età ed una serie di fattori. Il punteggio alto indica una maggiore possibilità di contrarre malattie. Mentre, un punteggio basso rileva un sistema immunitario potenzialmente sano.

Molte malattie sono collegate all’età, come quelle cardiache, il cancro e le malattie neurogenerative come l’Alzheimer. Molto è dovuto ai processi infiammatori che si verificano con l’età e causano danni al corpo a lungo termine. Dopo la rilevazione effettuata con iAge, però, sembra possibile introdurre una combinazione specifica di integratori alimentari, alimenti e farmaci, che permetterebbero di modificare lo stile di vita e di rideterminare il punteggio di iAge.


(Tratto dall’articolo www.proiezionidiborsa.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Una nuova scoperta lega la diagnosi di Alzheimer alle mutazioni autosomiche

In genetica, una mutazione autosomica dominante può essere trasmessa a un figlio da un genitore che è ammalato: in questo caso ogni figlio ha il 50% circa di probabilità di ereditare la malattia. Gli ultimi risultati pubblicati da Radiology hanno messo in mostra come i portatori asintomatici di queste mutazioni legate al morbo di Alzheimer presentano un'alterazione della struttura della materia bianca rispetto ai non portatori.

La sanità del futuro? Ospedale 4.0 e assistenza territoriale

Dallo stato di salute del parco tecnologico di diagnostica per immagini in uso nelle strutture sanitarie italiane pubbliche e private al Payback, passando per il Pnrr e gli ospedali 4.0, fino all’assistenza territoriale e al suo rafforzamento. Sono i temi che l’agenzia Dire ha affrontato con il presidente di Confindustria Dispositivi Medici, Massimiliano Boggetti.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Uno dei maggiori rischi che in cui si incorre nell’invecchiamento è la demenza senile. Il numero delle persone affette dal morbo di Alzheimer e da altre demenze correlate è in costante crescita.

 

 

Scritto da Lacchi Nives il 22/11/2021

Parola chiave: Demenza senile, Disturbi della memoria, Malattia di Alzheimer, Videogiochi

 

Il sonno riveste un ruolo importante per la salute per tre ragioni: aiuta il corpo a ripristinare le normali funzioni, favorisce una migliore salute mentale e protegge da diabete, malattie cardiovascolari e Alzheimer.

Si ipotizza che durante il sonno il cervello elimini le proteine dannose che si accumulano durante il giorno, come la beta-amiloide e la tau, responsabili della demenza.

Infine, secondo i ricercatori, ciò che importa non sarebbe la quantità del sonno ma bensì la qualità dello stesso, che oscilla tra 4,5 e 6,5 ore ottimali.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 13/11/2021

Parola chiave: Benessere, Disturbi del sonno, Malattia di Alzheimer, Ricerca

 

L‘Inps informa che ora è possibile inviare la domanda di reversibilità della pensione precompilata, grazie al progetto d’innovazione digitale 2021; precisa, infatti, che  il modello di domanda è stato modificato al fine di  facilitare l’acquisizione automatica dei dati.

A seguito della cessazione di una pensione per decesso – prosegue il messaggio – l’Istituto proporrà sull’area MyINPS del coniuge avente causa la domanda precompilata di reversibilità.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 19/11/2021

Parola chiave: Pensionamento, problemi del, Rete informatica, Servizi sociali

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6541 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.