|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
03/08/2021

Fonte
www.panoramasanita.it

Il nuovo studio sul rame: responsabile della malattia di Alzheimer

Un vasta letteratura scientifica negli anni ha supportato la tesi del rame cattivo quale fattore di rischio per la malattia di Alzheimer: si tratta di quel rame anche detto libero che,al contrario dal buono, non si lega ad una proteina, la ceruloplasmina, attraverso la quale viene trasportato nell’organismo per contribuire allo svolgimento di importanti funzioni vitali e metaboliche. Il rame fuori dal controllo delle proteine, infatti, innesca reazioni ossidanti che vanno a danneggiare cellule e tessuti. 

Una ricerca, pubblicata sulla rivista internazionale Biomolecules ha esaminato 56 studi realizzati su un totale di 6000 soggetti, evidenziando che nella malattia di Alzheimer la presenza di rame nel cervello diminuisce, mentre nel sangue aumenta. I due dati non sono in contraddizione tra loro: “Fanno parte di uno squilibrio sistemico tra rame buono (legato alle proteine) che diminuisce e rame cattivo (non legato alle proteine) che aumenta”, spiega Rosanna Squitti, ricercatrice al Fatebenefratelli-IsolaTiberina di Roma e capofila dello studio.

“Questo squilibrio  – continua Squitti – è lo specchio di un altro tipo di patologia legata al rame tossico, la malattia di Wilson, assunta come paradigma per lo studio sul ruolo del metallo nell’Alzheimer". Lo studio pone basi scientifiche su cui alimentare nuovi scenari terapeutici.


(Tratto dall’articolo www.panoramasanita.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

PNRR: opportunità di potenziamento dell'assistenza domiciliare già dal 2022

La riforma prevista nel PNRR prevede la riforma dell'assistenza alla non autosufficienza, attraverso la valorizzazione dei servizi domiciliari, residenziali e semiresidenziali attraverso tre azioni: risposte integrate, modifica del modello dell'assistenza domiciliare integrata (ADI) e maggiori risorse per il Servizio di assistenza domiciliare nei Comuni (SAD).

Nives Fozzer, l'ultimo successo dell'atleta di 91 anni

Ci sono persone che la voglia di gareggiare la hanno nel sangue. Nives Fozzer è una di loro. E quella verve non l’ha mai persa. Neanche oggi, dall’alto dei suoi 91 anni di età. La voglia di vincere, infatti, è sempre lì, ed arde come un fuoco.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Toronto - 1921. Due ricercatori estraggono dal pancreas di un cane l'insulina e ne testano gli effetti.

Nel 2019 le persone affette da diabete in Italia sono più di tre milioni e mezzo, per quanto riguarda il target specifico gli uomini sono più colpiti rispetto alle donne (6,2% contro 5,5%) e con una prevalenza nella fascia di età 75-79 anni.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 22/01/2022

Parola chiave: diabete

 

Siobhan Daniels è un'ex giornalista londinese della BBC che due anni fa, nel pieno del lockdown, ha deciso di mollare le comodità del suo appartamento e di vendere i suoi averi per intraprendere una vita all'insegna della scoperta del mondo sul proprio camper.

Oggi ha 62 anni e partendo dal suo appartamento nel Kent ha viaggiato in Thailandia, in Argentina, in Nuova Zelanda.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 22/01/2022

Parola chiave: Stili di vita, Storie di vita, Viaggio

 

Tra la Lunigiana e la provincia di La Spezia una rete di iniziative è tenuta assieme da un filo rosso: garantire la permanenza dell’anziano nel proprio contesto di vita, offrire un supporto (anche ai familiari) per ricostruire relazioni sociali interrotte dalla pandemia. A metterla in campo ci pensa il connubio tra i Comuni e le organizzazioni del Terzo Settore.

 

Scritto da Desanti Gianni il 19/01/2022

Parola chiave: Assistenza Domiciliare Integrata, Rete dei servizi, integrazione

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6573 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.