|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
20/11/2021

Fonte
www.spazio50.org

La diminuzione di estrogeni in menopausa potrebbe causare l'Alzheimer nelle donne

Il calo di estrogeni subito dalle donne in menopausa, sembra favorire lo sviluppo della malattia di Alzheimer. Un recente studio,infatti, consiglia di proteggerne una maggiore quantità per proteggersi da questa patologia.

E’ stata proprio una donna la prima paziente alla quale Aloysius Alzheimer ha diagnosticato la malattia e, negli anni successivi, è stato assodato che l’Alzheimer colpisce maggiormente le donne. La conferma si è avuta anche da uno studio del Women’s Brain Project del 2018 pubblicato su Nature.

L’ipotesi di una differenza tra il cervello femminile e quello maschile è stata scartata anche da uno studio dell’Università di Tel Aviv. Una spiegazione possibile potrebbe essere il ruolo che svolgono gli estrogeni sul cervello delle donne. Gli ormoni proteggono sia dalla morte cellulare sia dalle infiammazioni causate dalla formazione di Beta amiloide, l’abbassamento di questi elementi, durante la menopausa rappresenterebbe un rischio per la salute. I ricercatori della Weill Cornell Medicine (Stati Uniti) convengono sull’utilità di una ‘supplementazione’ di estrogeni a scopo protettivo.

Anche se al momento sono solo ipotesi da approfondire e sviluppare è comunque una strada da percorrere per contrastare questa malattia che penalizza soprattutto le donne.

 


(Tratto dall’articolo www.spazio50.org)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Cieli di Cornovaglia-Le due sorelle

Henrietta Barrett non ha mai dato peso alle convenzioni della società: vive in Cornovaglia, dove si occupa con amore della tenuta del suo tutore; indossa pratici calzoni invece di abiti sontuosi e risponde all'improbabile nome di "Henry".

Insalata russa

In questo romanzo l'insalata russa con ricetta originale della nonna diventa l'occasione per incontri conviviali e scambi di spezzoni di vita.

In occasione dei pranzi ufficiali, questi sono i protagonisti: una nonna, Antonietta Muratori Carducci, una nipote, Letizia Muratori, una famiglia lungo le traversie della vita, punteggiata, qui e là, dal piatto della padrona di casa, l’insalata russa o, per dirla con Antonietta, la maionese.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

I senior di oggi sono sempre più attivi: si dedicano al volontariato, alla cura della famiglia , ai viaggi.

 

Scritto da Enza Mathieu il 10/05/2022

Parola chiave: Invecchiamento attivo

 

La retinopatia diabetica è una conseguenza che colpisce il 30% dei pazienti diabetici. Molto importante è la prevenzione: con una procedura non invasiva è possibile diagnosticare la patologia ed evitare complicanze ulteriori al paziente che possono condurre fino alla ceceità.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 14/07/2022

Parola chiave: Esami diagnostici

 

Il Politecnico di Milano ha sviluppato un innovativo dispositivo tecnologico, per utilizzo industriale, destinato allo studio di nuovi farmaci per il trattamento di patologie cerebrali come la malattia di Alzheimer o il morbo di Parkinson.

 

Scritto da Desanti Gianni il 15/07/2022

Parola chiave: Malattia di Alzheimer, Tecnologia

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6665 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.