|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.spazio50.org
05/01/2022

Cicala, dal 2018 il borgo "amico" delle demenze

Cicala, un piccolo paese ai piedi della Sila, in Calabria, è divenuto il luogo dell’integrazione e dell’accoglienza dedicato alle persone con demenze.

Gli abitati di Cicala accolgono in strada e nei negozi i pazienti affetti da demenze che arrivano qui in compagnia degli operatori. Formati dai volontari della Onlus, li aiutano a riscoprire i gesti di un tempo, prima che una terribile diagnosi cancellasse volti e ricordi. Le loro vite frammentate qui ritrovano un senso passeggiando, chiacchierando con i bambini dopo scuola, acquistando il pane o il giornale. O con una messa in piega dal parrucchiere. Gesti che avrebbero difficoltà a svolgere altrove, ma che qui – col sostegno di tutti – fanno benissimo.

L’ultima iniziativa è stata quella di riconvertire una struttura di 800 mq per farne la prima struttura medica in Calabria per persone con demenza. La prima alternativa al modello delle Rsa. La CasaPaese accoglierà 16 ospiti, 2 per camera. Ogni stanza, personalizzata con gli oggetti di chi la abita, avrà un colore diverso. Tutto intorno è previsto un ampio giardino profumato per avviare un percorso sensoriale. Una pratica che contribuirà, con l’ortoterapia e la pet therapy, a stimolare le attività fisico cognitive dei residenti.

Il tutto avviene con l'apporto del volontariato.


(Sintesi redatta da: Gianni Desanti)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Le parole che non ti ho detto

Theresa Osborne, giornalista di Boston, divorziata e madre di un ragazzino dodicenne, raccoglie sulla spiaggia, durante una vacanza, una bottiglia contenente una lettera. Garrett, l'uomo che la firma, ha perso la donna amata e le strazianti parole del suo messaggio insinuano in Theresa una sottile curiosità.

L'età ridicola

A quasi novant’anni, la signora vive sola a Torino con l’anziano gatto Veleno e con i ricordi di un amore finito (la sua compagna, l’amatissima Nora, è morta da molti anni ormai); non ha altro da fare se non tenere il conto dei nuovi dolori alle ossa, ascoltare alla radio notizie di violenze e catastrofi – omicidi, bombe negli aeroporti, siccità ­, e fare quattro chiacchiere con l’amica e coetanea Malvina, sempre più smemorata e persa sui sentieri affollati della demenza. La protagonista è decisamente stanca di vivere ma, per fortuna, nelle sue giornate c’è Gabriela.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

In previsione della riforma sanitaria supportata dal PRNN, questa è la proposta di un gruppo di professionisti della sanità: spostare l’accento dalla performance medica alla prevenzione e partecipazione in salute. Si basa su questo passaggio la proposta del "Libro Azzurro per la riforma delle cure primarie in Italia".

 

D'Agostino Annarita, www.spazio50.org, 25/03/2022

Parola chiave: Politiche riferite alla popolazione anziana, Servizi sanitari

 

Con l’avanzare dell’età si assiste a un insieme di cambiamenti nelle cellule e nei tessuti del corpo umano: è quello che tutti conosciamo in termini generali come processo di invecchiamento.

Gli studi attuali hanno identificato alcuni fattori che sono alla base del processo di invecchiamento. Sulla rivista ‘Nature’ è stato recentemente pubblicato uno studio secondo il quale le cellule staminali dell’ipotalamo avrebbero un ruolo fondamentale nell’invecchiamento. Le cellule staminali sono cellule primitive, non ancora specializzate

 

Fracazzini Martina e Santangelo Francesca, www.agingproject.uniupo.it, 17/01/2022

Parola chiave: Farmaci anti invecchiamento, Ricerca

 

C’è attesa per il disegno di legge delega sull’assistenza agli anziani non autosufficienti. A presentarlo sarà il governo in base a quanto stabilito dal Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza.

Intanto, arriva la proposta del “Patto per un nuovo welfare sulla non autosufficienza”: un Sistema Nazionale Assistenza Anziani che deve essere all’altezza delle esigenze degli anziani e delle loro famiglie e affrontare ogni snodo del complesso mondo della non autosufficienza, ovvero, la governance, le risposte fornite e le modalità di finanziamento.

 

D'Agostino Annarita, www.spazio50.org, 02/03/2022

Parola chiave: Anziano non autosufficiente, Assistenza Domiciliare Integrata

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 187 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.