|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
07/02/2022

Fonte
www.agingproject.uniupo.it

Frattura al femore: raccomandata riabilitazione multidisciplinare

Le fratture del femore causate da osteoporosi sono una delle più serie complicanze dell’invecchiamento e possono essere considerate una delle principali cause di morte tra gli anziani.
Uno studio condotto a Taiwan si è proposto di individuare in pazienti, con frattura di femore sottoposti a chirurgia, il miglior intervento in termini di funzione fisica generale, rischio di caduta, di ri-frattura e tasso di mortalità.
A tale scopo sono stati confrontati due trattamenti: uno di attività fisica senza la supervisione di un fisioterapista; il secondo, chiamato i- HOPE (Integrated Hip Fracture and Osteoporosis Rehabilitation Program for the Elderly), un trattamento multidisciplinare, focalizzato sulla riabilitazione, sulla terapia dell'osteoporosi e sull’adattamento del setting domiciliare. Sono state confrontate le scale di valutazione dello stato emotivo, dell’attività fisica, della deambulazione e dell’equilibrio ed è emerso che i pazienti i-HOPE hanno ottenuto punteggi significativamente migliori rispetto ai pazienti con trattamento standard in tutti gli ambiti valutati (umore, l’attività fisica, il cammino, l’equilibrio) con tassi di cadute, ri- frattura e mortalità ad un anno inferiori.
Questo studio ha, quindi, evidenziato che la sola attività fisica senza supervisione del fisioterapista non è sufficiente ma sarebbe opportuno approcciare questi pazienti attraverso un trattamento multidisciplinare.


(Tratto dall’articolo www.agingproject.uniupo.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Evviva la terza età: offre il meglio dell'intelletto

Il cervello delle persone anziane è molto più pratico di quanto si creda e l’interazione più armoniosa ed elastica dei due emisferi ne espande le possibilità creative. Con questa affermazione pubblicata su New England Journal of Medicine, il direttore della George Washington University School of Medicine ha sfatato quanto comunemente si pensa sulle capacità cognitive degli anziani.

L’avanzare, pertanto, dell’età non penalizza ma, bensì, sviluppa altre caratteristiche. Intorno ai 70 anni abbiamo il picco dell'attività intellettuale.

Tramite un'app sarà possibile conoscere i dettagli della propria pensione

A partire dallo scorso gennaio l’Inps ha istituito una video guida personalizzato che consente ai nuovi pensionati di avere tutte le informazioni in occasione della prima liquidazione dell’importo spettante.

L’avviso potrà essere visualizzato collegandosi tramite le proprie credenziali SPID,CIE e CNS  al portale e da qui alla propria area riservata MyINPS.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Nella terza età dedicarsi ad alcuni passatempi è una vera e propria ginnastica di salute. E’ opportuno scegliere attività che attivano le capacità intellettive. Quali?

Dipingere è un modo per riportare alla luce ricordi ed emozioni e dare voce a una parte di noi stessi, quella che magari ancora ignoriamo. Realizzare ricette fatte in casa si dice che sia la cura dell’anima. L’origami esercita la mobilità delle mani, allena la memoria e dona soddisfazione, rafforzando l’autostima. Riordinare la propria abitazione garantisce il movimento e migliora il comfort quotidiano. Tra le attività più divertenti per stimolare la memoria ci sono i classici giochi enigmistici; una partita a carte rappresenta un momento di convivialità.

 

Scritto da Enza Mathieu il 06/04/2022

Parola chiave: Tempo libero, hobbies

 

Per l’anno 2024 la Capitale Italiana della Cultura sarà Pesaro, città natale di Gioachino Rossini.

Il sindaco Ricci ha dedicato questa la vittoria a Kharkiv ‘Città ucraina della musica Unesco, come noi’. Ha espresso l’augurio che questa città possa presto ritrovare la pace e tornare a suonare.

 

Scritto da Lacchi Nives il 07/04/2022

Parola chiave: Contesto urbano, Cultura e informazione: fruizione e richiesta, Danza, canto, recitazione, musica

 

Come evidenziato in occasione della giornata dell’Invecchiamento attivo, celebrata lo scorso 22 aprile, i senior di oggi sono sempre più attivi rispetto al passato sia nel volontariato, nella partecipazione sociale, nell’utilizzo delle nuove tecnologie e in moltissimi altri campi della cultura ed economia.

 

Scritto da Dellavedova Antonella il 11/05/2022

Parola chiave: Atteggiamento verso invecchiamento, Politiche riferite alla popolazione anziana, Silver Economy

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6630 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.