|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
16/02/2022

Fonte
spazio50

Il cane contrasta gli effetti dell'invecchiamento

Un sondaggio svolto dall'American Pet Products Association (2019-2020) ha rivelato che negli Stati Uniti i proprietari di cani spendono in media quasi mille dollari all'anno per il benessere del proprio animale domestico, mentre il maggior peso da sopportare per i padroni è la scarsa longevità dell'amico a quattro zampe, che sempre più spesso è considerato un membro della propria famiglia.

Sulla scia di questi dati, la ricercatrice Celine Halioua ha realizzato una start-up che si occupa di produrre biocomponenti per allungare la longevità e contrastare l'invecchiamento cellulare nei cani, che saranno commercializzati in seguito.

Dog Aging Project è una ricerca sull'invecchiamento animale che esamina, attraverso un campione rappresentativo di 200 cani di mezza età, in tutto il territorio statunitense, come i fattori genetici e ambientali influenzino i processi d' invecchiamento.

La scelta dei cani sostenuta dai ricercatori è dovuta al fatto che gli stessi rappresentano il miglior modello di invecchiamento umano perchè condividono gli stessi ambienti di vita dell'uomo e sono accomunati da problemi di invecchiamento quali tumori, cataratta, dolori osteoarticolari e demenza, le quali inibiscono le prestazioni fisiche e di apprendimento.

Se la ricerca si dovesse concludere positivamente, i progressi dell'anti-età cambieranno l'orientamento sociale dei farmaci antiaging e si potrebbero avviare fasi di sperimentazioni sull'uomo.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Il caldo non concede pause. Come difenderci

Il caldo ha effetti negativi sulla salute, perché mette in difficoltà diversi sistemi biologici. Ciascuno di noi, pur con grandi differenze dovute alla personale condizione, deve mettere in atto alcune regole, seguendo un regime di vita adatto, caratterizzato dall’assunzione abbondante di liquidi (in media non meno di un litro e mezzo al giorno), da una dieta leggera ma nutriente, fatta di molta frutta e verdura, da primi piatti abbondanti conditi senza grassi, da poca carne, pochissimo alcool e caffè in quantità moderata.

Riconoscere le demenze dalla scrittura.

Il modo in cui si scrive cambia nel tempo e questo potrebbe diventare uno strumento prezioso per intercettare o monitorare a distanza pazienti con problemi neurologici, come Alzheimer o Parkinson.

Lo afferma uno studio coordinato da Antonio Suppa del Dipartimento di Neuroscienze Umane della Sapienza Università di Roma.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Una ricerca del Weizmann Institute of Science e pubblicata sulla rivista scientifica Cell ha dimostrato che saccarina e sucralosio, due dolcificanti artificiali, alterano la flora intestinale e i livelli glicemici causando potenzialmente diabete e aumento di peso.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 19/09/2022

Parola chiave: Alimentazione, Benessere, Ricerca

 

Una recente ricerca sugli effetti dell’attività fisica, condotta su un campione di donne di età compresa tra i 60 e i 70 anni, ha evidenziato che l’inserimento nei programmi di allenamento di una componente di stretching, è in grado di generare importanti miglioramenti in tutti gli ambiti di funzionalità motoria.

 

Scritto da Dellavedova Antonella il 16/06/2022

Parola chiave: Attività fisica, Ricerca

 

La Cooperativa “La Meridiana” di Monza ha realizzato una piattaforma digitale, chiamata Isidora, per migliorare il benessere delle persone anziane presso il loro domicilio o le strutture residenziali. Oggi si presenta come un canale tv tematico che propone svago, attività cognitive e motorie ma che, in una logica di interattività, attraverso strumenti di telemedicina permette di raccoglie informazioni sanitarie.

 

Scritto da Desanti Gianni il 04/08/2022

Parola chiave: Assistenza Domiciliare, Tecnologia, Televisione

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6687 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.