|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
04/03/2022

La guerra e gli anziani

Il contributo di Marco Trabucchi

 

Abbiamo ancora in mente i discorsi che i nostri nonni facevano negli anni ’60, narrandoci degli orrori della guerra. Allora avevo un vicino di casa che mi parlava della famosa compagna di Russia, della tragica ritirata, ma anche della generosità dei contadini russi che condividevano con i nostri (invasori, benché straccioni) un po' di cibo e di calore.

Tutte queste storie mi sono tornate alla mente seguendo la tragedia dell’Ucraina e della sofferenza di quelle popolazioni. In particolare, ho pensato alle temperature, anche se oggi meno rigide rispetto al ’43, e alla sofferenza delle persone anziane. I mezzi di comunicazione hanno mostrato la particolare condizione di dolore e fatica delle persone nella terza e quarta età, in particolare le donne. Volti induriti dalla fatica e dal lavoro, immagini di una incredibile dignità. Questi volti mi hanno anche ricordato quelli delle 160.000 donne venute dall’Ucraina per assistere i nostri anziani non autosufficienti. E che oggi vivono in Italia. Sono persone che offrono un contributo importantissimo alla serenità delle famiglie italiane; la vita, invece, non sta offrendo loro alcuna serenità, nell’angoscia per figli, genitori, parenti lasciati nelle case lontane.

La tragedia attuale è l’ennesimo esempio della fragilità dell’anziano, nel quale spesso si assommano problematiche cliniche con quelle psicosociali. Cosa accadrebbe, ad esempio, se a causa della crisi molte delle nostre collaboratrici nell’assistenza agli anziani dovessero ritornare nella loro patria? Sarebbe per noi un vero dramma: ma ce ne rendiamo conto, magari quando contrattiamo per qualche euro in più o in meno?

Ho inoltre saputo che i riservisti ucraini ultrasessantenni sono stati, anche loro, chiamati alle armi; l’adesione è stata elevatissima. E’ l’ulteriore dimostrazione che la debolezza della vecchiaia può essere sconfitta da importanti scelte motivazionali, perché il cervello è sempre più forte delle gambe… Sarebbe importante se motivazioni altrettanto forti fossero trasferibili all’anziano anche quando deve scegliere le normali attività della vita quotidiana, in particolare quelle che possono garantirgli una vita più lunga, come l’attività fisica, la stimolazione intellettuale, la cura, serena e senza eccessi, della propria salute.

Non sono in grado di intuire l’epilogo della guerra, ma sono certo che le persone anziane da tutte due le parti soffrono in modo particolare. In effetti, anche in Russia incominciano i problemi economici delle famiglie e le difficolta nell’approvvigionamento di cibo. Come sarebbe possibile creare una grande alleanza tra gli anziani di tutto il mondo per costruire la pace? Basterebbe partire da Putin, che ha quasi 70 anni, per arrivare a Biden che ne ha 79 e, infine, per arrivare a Francesco (85 anni), il più vecchio di tutti, ma anche l’unico davvero impegnato per la pace. Mi ha fatto un enorme impressione quando con il terribile dolore articolare di cui ha sofferto in questi giorni si è chiuso nella piccola scatoletta della Fiat 500 per andare personalmente a perorare la pace dall’ambasciatore russo! A prescindere dal valore della preghiera, al quale forse non tutti credono, la testimonianza umana del Papa è stata formidabile. Forse non servirà a nulla, ma anche i testimoni senza speranza sono importantissimi per la costruzione nel tempo di un modo migliore.

 

 

 

 


(Tratto dall’articolo )

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Come stanno gli anziani dopo la pandemia?

"Più fragili dopo la tempesta?" è una ricerca sociale portata avanti dalla confederazione dei sindacati lombardi e da alcune associazioni non profit della regione al fine di indagare sul benessere psicofisico degli anziani dopo due anni di convivenza forzata con il Coronavirus.

Peggioramento della qualità del sonno con l’avanzare dell’età

I ricercatori della Standford University hanno pubblicato nei giorni scorsi i risultati di una ricerca volta ad individuare le cause del peggioramento del sonno con l’avanzare dell’età.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Nella terza età dedicarsi ad alcuni passatempi è una vera e propria ginnastica di salute. E’ opportuno scegliere attività che attivano le capacità intellettive. Quali?

Dipingere è un modo per riportare alla luce ricordi ed emozioni e dare voce a una parte di noi stessi, quella che magari ancora ignoriamo. Realizzare ricette fatte in casa si dice che sia la cura dell’anima. L’origami esercita la mobilità delle mani, allena la memoria e dona soddisfazione, rafforzando l’autostima. Riordinare la propria abitazione garantisce il movimento e migliora il comfort quotidiano. Tra le attività più divertenti per stimolare la memoria ci sono i classici giochi enigmistici; una partita a carte rappresenta un momento di convivialità.

 

Scritto da Enza Mathieu il 06/04/2022

Parola chiave: Tempo libero, hobbies

 

Per l’anno 2024 la Capitale Italiana della Cultura sarà Pesaro, città natale di Gioachino Rossini.

Il sindaco Ricci ha dedicato questa la vittoria a Kharkiv ‘Città ucraina della musica Unesco, come noi’. Ha espresso l’augurio che questa città possa presto ritrovare la pace e tornare a suonare.

 

Scritto da Lacchi Nives il 07/04/2022

Parola chiave: Contesto urbano, Cultura e informazione: fruizione e richiesta, Danza, canto, recitazione, musica

 

Come evidenziato in occasione della giornata dell’Invecchiamento attivo, celebrata lo scorso 22 aprile, i senior di oggi sono sempre più attivi rispetto al passato sia nel volontariato, nella partecipazione sociale, nell’utilizzo delle nuove tecnologie e in moltissimi altri campi della cultura ed economia.

 

Scritto da Dellavedova Antonella il 11/05/2022

Parola chiave: Atteggiamento verso invecchiamento, Politiche riferite alla popolazione anziana, Silver Economy

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6630 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.