|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
25/04/2022

Fonte
www.panoramasanita.it

Molti anziani troppo sovente dimenticano di assumere i farmaci prescritti

Da un’indagine del Centro Studi di Senior Italia FederAnziani emerge che quattro anziani su dieci non assumono con regolarità i farmaci prescritti, e uno su tre ammette di dimenticarne spesso l’assunzione.

Un problema che si conferma piaga per il sistema salute, incrementato nell’ultimo biennio dalle conseguenze della pandemia.
Proprio per questo il 49,8% della popolazione anziana ritiene che sarebbe utile l’aiuto di uno strumento o di una persona che ricordi loro di assumere le terapie. Infatti, la maggior parte di loro non è supportato da nessuno, in casa, nell’assunzione di farmaci; solo il 13,2% è seguito da un familiare o da un badante.

Davanti a questo scenario Presidente Senior Italia FederAnziani Eleonora Selvi ha dichiarato : “Quella per il miglioramento dell’aderenza alla terapia è una battaglia che non si può perdere”, rimarcando che, considerate le migliori opportunità di cura esistenti oggi,  è impensabile  che l’efficacia della cura stessa possa essere dovuta alla mancata aderenza. Quindi, suggerisce che  occorre puntare sul rapporto di fiducia con il medico, sulla promozione di tutti gli strumenti a supporto del paziente, su campagne specifiche ed interventi che contrastino la mancata aderenza, riducendo complicanze, decessi e ottimizzando la cura.

 


(Tratto dall’articolo www.panoramasanita.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Power walking: la nuova attività fisica che ha convinto gli over 60

Chi non ha mai avuto il desiderio di mantenersi in forma senza la necessità di estenuanti allenamenti? La soluzione esiste e si chiama power walking.

Gli anziani traggono beneficio da questa attività fisica perchè bruciano le stesse calorie durante le attività di jogging, praticando esercizio fisico riducono i rischi di infarto, ictus e obesità e rinforzano le articolazioni.

Riaprono le visite in rsa

Le rsa tornano ad aprirsi ai parenti e agli amici dei loro ospiti attraverso le visite in sicurezza.

Si tratta di una scelta di umanità, perché il processo di cura non si limita a procedure di sorveglianza e assunzione di farmaci. Anche se gli operatori sanitari non hanno fatto mancare il lato umano, gli anziani hanno bisogno della presenza dei familiari.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Nella terza età dedicarsi ad alcuni passatempi è una vera e propria ginnastica di salute. E’ opportuno scegliere attività che attivano le capacità intellettive. Quali?

Dipingere è un modo per riportare alla luce ricordi ed emozioni e dare voce a una parte di noi stessi, quella che magari ancora ignoriamo. Realizzare ricette fatte in casa si dice che sia la cura dell’anima. L’origami esercita la mobilità delle mani, allena la memoria e dona soddisfazione, rafforzando l’autostima. Riordinare la propria abitazione garantisce il movimento e migliora il comfort quotidiano. Tra le attività più divertenti per stimolare la memoria ci sono i classici giochi enigmistici; una partita a carte rappresenta un momento di convivialità.

 

Scritto da Enza Mathieu il 06/04/2022

Parola chiave: Tempo libero, hobbies

 

Per l’anno 2024 la Capitale Italiana della Cultura sarà Pesaro, città natale di Gioachino Rossini.

Il sindaco Ricci ha dedicato questa la vittoria a Kharkiv ‘Città ucraina della musica Unesco, come noi’. Ha espresso l’augurio che questa città possa presto ritrovare la pace e tornare a suonare.

 

Scritto da Lacchi Nives il 07/04/2022

Parola chiave: Contesto urbano, Cultura e informazione: fruizione e richiesta, Danza, canto, recitazione, musica

 

Come evidenziato in occasione della giornata dell’Invecchiamento attivo, celebrata lo scorso 22 aprile, i senior di oggi sono sempre più attivi rispetto al passato sia nel volontariato, nella partecipazione sociale, nell’utilizzo delle nuove tecnologie e in moltissimi altri campi della cultura ed economia.

 

Scritto da Dellavedova Antonella il 11/05/2022

Parola chiave: Atteggiamento verso invecchiamento, Politiche riferite alla popolazione anziana, Silver Economy

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6630 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.