|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
04/05/2022

Fonte
www.spazio50.org

Case di Comunità: nuova frontiera per la sanità

Da un sondaggio emerge che la quasi totalità degli italiani è d’accordo sul nuovo modello di assistenza di prossimità, che prevede il sorgere di nuove strutture chiamate Case di Comunità.

Le 1.288 strutture previste, una ogni 40/50mila abitanti, entreranno in azione grazie al sostegno economico del Piano nazionale di ripresa e resilienza. Protagonisti di questo nuovo modello rimangono i medici di famiglia, a cui si affiancheranno - in ruoli diversi ma coordinati - l’infermiere di famiglia, il fisioterapista, il logopedista, il tecnico della riabilitazione; se necessario anche il cardiologo, lo pneumologo e il diabetologo, uno psicologo e un assistente sociale.

Nelle Case di Comunità sarà inoltre possibile svolgere analisi per una prima diagnosi, quali prelievi, spirometrie ed elettrocardiogrammi e – tra gli altri servizi - attivare l’assistenza domiciliare o la telemedicina. Nella sanità del futuro i cittadini dovranno memorizzare un numero unico per richiedere tutte le prestazioni sanitarie e sociosanitarie di base.


(Tratto dall’articolo www.spazio50.org)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

"Cjase Me", un'alternativa possibile alla Casa di Riposo

Che la sperimentazione di cohousing per anziani si svolga in Friuli, a Pozzuolo (UD), è inequivocabile fin dal titolo di questo articolo “Cjase Me”, casa mia. Superato il modello di istituzionalizzazione, si sviluppa un nuovo genere di assistenza, che realizza le strutture partendo dalle esigenze delle persone, senza sradicarle dal territorio. Una passeggiata nella piazza del paese, passare al negozio di alimentari per il pane e il latte, un caffè al solito bar.

Molti anziani troppo sovente dimenticano di assumere i farmaci prescritti

Da un’indagine del Centro Studi di Senior Italia FederAnziani emerge che quattro anziani su dieci non assumono con regolarità i farmaci prescritti, e uno su tre ammette di dimenticarne spesso l’assunzione.

Un problema che si conferma piaga per il sistema salute, incrementato nell’ultimo biennio dalle conseguenze della pandemia.
Proprio per questo il 49,8% della popolazione anziana ritiene che sarebbe utile l’aiuto di uno strumento o di una persona che ricordi loro di assumere le terapie.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Nella terza età dedicarsi ad alcuni passatempi è una vera e propria ginnastica di salute. E’ opportuno scegliere attività che attivano le capacità intellettive. Quali?

Dipingere è un modo per riportare alla luce ricordi ed emozioni e dare voce a una parte di noi stessi, quella che magari ancora ignoriamo. Realizzare ricette fatte in casa si dice che sia la cura dell’anima. L’origami esercita la mobilità delle mani, allena la memoria e dona soddisfazione, rafforzando l’autostima. Riordinare la propria abitazione garantisce il movimento e migliora il comfort quotidiano. Tra le attività più divertenti per stimolare la memoria ci sono i classici giochi enigmistici; una partita a carte rappresenta un momento di convivialità.

 

Scritto da Enza Mathieu il 06/04/2022

Parola chiave: Tempo libero, hobbies

 

Per l’anno 2024 la Capitale Italiana della Cultura sarà Pesaro, città natale di Gioachino Rossini.

Il sindaco Ricci ha dedicato questa la vittoria a Kharkiv ‘Città ucraina della musica Unesco, come noi’. Ha espresso l’augurio che questa città possa presto ritrovare la pace e tornare a suonare.

 

Scritto da Lacchi Nives il 07/04/2022

Parola chiave: Contesto urbano, Cultura e informazione: fruizione e richiesta, Danza, canto, recitazione, musica

 

Come evidenziato in occasione della giornata dell’Invecchiamento attivo, celebrata lo scorso 22 aprile, i senior di oggi sono sempre più attivi rispetto al passato sia nel volontariato, nella partecipazione sociale, nell’utilizzo delle nuove tecnologie e in moltissimi altri campi della cultura ed economia.

 

Scritto da Dellavedova Antonella il 11/05/2022

Parola chiave: Atteggiamento verso invecchiamento, Politiche riferite alla popolazione anziana, Silver Economy

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6630 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.