|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
26/06/2022

Fonte
www.altraeta.it

RSA: normativa stringente ma penalizzante per ospiti anziani

Le problematiche causate dalla lunga pandemia Covid hanno costretto i dirigenti delle RSA a limitare al massimo le visite parentali causando gravi disagi agli ospiti. Secondo gli addetti ai lavori, sostenuti da familiari e comitati dei parenti degli ospiti delle residenze, il tanto atteso via libera non coincide con la realtà dei fatti.

Per Sebastiano Capurso, presidente di Anaste, Associazione Nazionale Strutture Territoriali e per la Terza Età, i comitati hanno perfettamente ragione a protestare, pur rimanendo una necessità assoluta, quella di occuparsi degli anziani più fragili, ricoverati in rsa.

«Anche una sola infezione, una sola positività di un tampone corrisponde poi alla necessità secondo normativa di chiudere l’intera struttura e di vietare quindi le visite a tutti», sottolinea Capurso.

A questi disagi si aggiunge un altro grave problema: quello della mancanza del personale infermieristico e medico, problema esteso a tutto il territorio nazionale. Un depauperamento figlio non solo della pandemia, ma di una programmazione formativa e di ricambio generazionale che l’attuale emergenza segna come completamente sbagliata da anni.

Un mondo, quello delle rsa, ai margini delle risorse destinate e da troppo tempo fuori dalla giusta attenzione. Le rsa hanno bisogno di attenzioni economiche e normative, per le quali non si può più aspettare.

 

 


(Tratto dall’articolo www.altraeta.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Come prevenire e superare le cadute e i loro effetti

I dati rilevati dall’OMS dicono che ogni anno oltre 37 milioni di persone richiedono cure mediche a causa di cadute.

Le ragioni sono molte e di varia natura: ictus, neuropatie, ipovisione, vertigini, sordità, osteoartriti, deficit cognitivi, sindrome di Ménière ma anche ridotto controllo della postura e della percezione di sé nello spazio, osteoporosi, rigidità articolare, decremento della forza muscolare.

Il Professor Trabucchi durante un recente webinar ha trattato l’argomento dando alcuni consigli su come prevenire e superare questi incidenti.
Innanzi tutto la caduta non va mai banalizzata perché è spesso sintomo di patologie magari non ancora evidenti e per questo motivo sia i famigliari sia i medici devono prestare attenzione alle cause scatenanti

A che distanza e' il cielo

Si può guardare verso il cielo anche se si è inchiodati a terra.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Il 21 ottobre 2022 è stato avviato  a Cicala (CZ) un innovativo progetto rivolta ai malati di Alzheimer denominato  “CasaPaese" .

 

Scritto da Dellavedova Antonella il 11/11/2022

Parola chiave: Malattia di Alzheimer, Villaggio Alzheimer

 

Alexa, lo strumento vocale di Amazon, è stato perfezionato e sperimentato al fine di essere utilizzato come ausilio dedicato alla persone anziane.e ai loro caregiver, consentendo ai residenti delle RSA di rimanere sempre connessi, informati e intrattenuti.

 

Scritto da Desanti Gianni il 22/12/2022

Parola chiave: Tecnologia

 

L’Italia è un Paese con un alto processo di invecchiamento: gli over 65 anni , che oggi rappresentano il 23% della popolazione, potrebbe raggiungere il 35% entro il 2050.

L’invecchiamento in salute è quindi un tema di grande attualità. Da qui una serie di consigli e suggeriti dagli esperti.

 

Scritto da Enza Mathieu il 15/06/2022

Parola chiave: Atteggiamento verso invecchiamento

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6740 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.