|

|

|

|

|


Autore

Fonte
La Repubblica
13/11/2017

2044. Il sorpasso degli anziani

Assinews.it riporta un articolo di Repubblica dal titolo emblematico: sappiamo che la popolazione anziana aumenta in modo proporzionale rispetto alle giovani generazioni, ma ci sono alcune date che potrebbero rappresentare veri e propri choc demografici.

La prima arriva nel 2032: è l’anno in cui vanno in pensione tutti in una volta un milione e 35 mila baby boomers, un picco assoluto. Sono i neonati del 1964. La previsione, invece, è che nel 2032 nascano non più di 450.000 bambini. Secondo choc demografico: 2044. È l’anno in cui ci si accorge che il rapporto tra giovani e anziani si sta progressivamente ribaltando. In Italia ci saranno quasi 8 milioni di under 54 in meno rispetto a vent’anni prima e 6 milioni in più di over 65, ormai un terzo di tutta la popolazione. Terza e ultima onda anomala: 2065. È l’anno in cui il numero dei decessi doppia (sempre da previsione) quello delle nascite: 850 mila contro 422 mila.

Rischiano di spezzarsi tutti gli equilibri sociali. A cominciare da quello pensionistico. La spesa previdenziale raggiunge un picco imprevisto, il 16,3% del Pil, ma l’Eurostat la prevede ancora più alta: 18,3% e si rischia che non ci sarà neppure più l'apporto, ora consistente, dei contributi previdenziali degli immigrati che preferiranno stabilirsi nel nord Europa, salvo che per lavori poco qualificati.


(Sintesi redatta da: Gianni Desanti)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

www.welforum.it

L’Associazione per la ricerca sociale (ARS) ha promosso Welforum.it come strumento informativo, divulgativo, di approfondimento scientifico e di confronto sulle politiche sociali a livello nazionale e regionale.

Due numeri telefonici in aiuto ai malati di Alzheimer

Ci sono due numeri per aiutare i malati di Alzheimer e le loro famiglie. Il primo è quello di Pronto Alzheimer (02-809767), gestito dalla Federazione Alzheimer Italia e si occupa di orientamento e assistenza alle persone con demenza e ai loro familiari.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Gli anziani si addormentano con difficoltà e si svegliano tante volte nel cuore della notte: questo è quanto emerso nel corso del congresso della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Sigg) tenutosi a Napoli.

 

Di Todaro Fabio, www.lastampa.it, 28/12/2017

Parola chiave: Disturbi del sonno

 

Riprendendo uno studio effettuato da ANFASS, l'articolo evidenzia come la legge sul Dopo di noi, entrata in vigore il 25 giugno 2016, abbia trovato applicazione pratica e in modo differenziato solo in poche Regioni: Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Toscana, Marche e Molise.

 

De Carli Sara, www.vita.it, 01/12/2017

Parola chiave: Disabilita, handicap

 

Alla Fondazione Ferrero di Alba ci si interroga sulla longevità. L’Oms ha stimato che nel 2050 circa due miliardi di persone nel mondo avranno più di 65 anni. L’allungamento della vita è una conquista e una sfida, perché non comporta necessariamente una qualità di vita migliore.

 

Fiori Roberto, www.lastampa.it, n.,

Parola chiave: Arte, creativita, Qualità della vita

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 20 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.