|

|

|

|

|


Autore

Fonte
La Repubblica
13/11/2017

2044. Il sorpasso degli anziani

Assinews.it riporta un articolo di Repubblica dal titolo emblematico: sappiamo che la popolazione anziana aumenta in modo proporzionale rispetto alle giovani generazioni, ma ci sono alcune date che potrebbero rappresentare veri e propri choc demografici.

La prima arriva nel 2032: è l’anno in cui vanno in pensione tutti in una volta un milione e 35 mila baby boomers, un picco assoluto. Sono i neonati del 1964. La previsione, invece, è che nel 2032 nascano non più di 450.000 bambini. Secondo choc demografico: 2044. È l’anno in cui ci si accorge che il rapporto tra giovani e anziani si sta progressivamente ribaltando. In Italia ci saranno quasi 8 milioni di under 54 in meno rispetto a vent’anni prima e 6 milioni in più di over 65, ormai un terzo di tutta la popolazione. Terza e ultima onda anomala: 2065. È l’anno in cui il numero dei decessi doppia (sempre da previsione) quello delle nascite: 850 mila contro 422 mila.

Rischiano di spezzarsi tutti gli equilibri sociali. A cominciare da quello pensionistico. La spesa previdenziale raggiunge un picco imprevisto, il 16,3% del Pil, ma l’Eurostat la prevede ancora più alta: 18,3% e si rischia che non ci sarà neppure più l'apporto, ora consistente, dei contributi previdenziali degli immigrati che preferiranno stabilirsi nel nord Europa, salvo che per lavori poco qualificati.


(Sintesi redatta da: Gianni Desanti)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

L’hospitalisation sans consentement: problématique d’une décision adaptée et éthiquement acceptable

L'ospedalizzazione senza consenso è oggi dibattuta sul piano etico e della sicurezza.

Repenser l’accompagnement dans un F.A.M. pour l’adapter au vieillissement de la personne handicapée mentale. Pour des réponses complémentaires et diversifiées à des projets de vie singuliers

L'istituto "Odette Versey" in Costa Azzurra è nato nel 1994 per accogliere persone affette da handicap mentale, con disturbi della personalità e del comportamento.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

In un'intervista rilasciata all'Aftonbladet, il ministro svedese del welfare Annika Strandhällui ha dichiarato che l’insostenibilità delle spese nell’assistenza sanitaria non deriva dalle cure da prestare al crescente numero di immigrati ma da quelle riservate al crescente numero di persone di una certa età.

 

Gurrado Antonio, www.ilfoglio.it, 30/04/2018

Parola chiave: Welfare, Immigrazione, emigrazione

 

In Italia, l’Inps paga poco meno di 400 mila pensioni estere, mediamente di importo piuttosto basso.

 

Cifoni Luca, www.Il messaggero.it , 11/04/2018

Parola chiave: Qualità della vita, Sistema pensionistico

 

Nell'Italia di oggi sono la colonna della famiglia e spesso mantengono anche figli e nipoti. Le richieste sono multitasking, ma c'è anche il pericolo dello scambio di ruolo tra genitori e figli e il diritto al riposo.

 

Pasolini Caterina, www.repubblica.it, 23/03/2018

Parola chiave: Rapporto nonni nipoti, Rapporto figli adulti genitori anziani

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 35 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.