|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.vita.it
01/12/2017

La legge sul Dopo di Noi? È operativa solo in cinque regioni

Riprendendo uno studio effettuato da ANFASS, l'articolo evidenzia come la legge sul Dopo di noi, entrata in vigore il 25 giugno 2016, abbia trovato applicazione pratica e in modo differenziato solo in poche Regioni: Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Toscana, Marche e Molise.

L' iter è complesso: tutte le Regioni hanno emanato il piano attuativo regionale concordato con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ma nessuna ha integrato i fondi nazionali con fondi propri per ampliare la platea dei beneficiari. E' poi necessario pubblicare i bandi che consentano la presentazione di progetti individualizzati, mettendo i cittadini con disabilità nelle condizioni di rendere concreto l'obiettivo della deistituzionalizzazione, del supporto alla domiciliarità e allo sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana. Quest' ultimo fondamentale passaggio è avvenuto solo nelle cinque Regioni citate.

Questo il commento del Presidente di ANFASS: "L' attuazione va troppo a rilento. Ormai si fa concreto il rischio che le famiglie, che vi avevano guardato con grandi aspettative, non vedendo succedere nulla, non vedendo realizzarsi le prospettive che la legge prevede, traggano la conclusione che la legge non serve e tornino a pensare che le uniche soluzioni possibili sono gli istituti o tenere i figli disabili a casa casa."


(Sintesi redatta da: Gianni Desanti)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Sanità a domicilio, la ricetta che funziona

L'articolo parte da alcune constatazioni demografiche relative all'aumento della popolazione anziana over 65 e mette in discussione la possibilità che, nel prossimo futuro, possa mantenersi una tipologia di welfare come quella attuale.

La progettazione teraupeutica nelle strutture socio-sanitarie. Dalla valutazione multi dimensionale al PAI (Piano Assistenziale Individuale)

Oggi, grazie all'apporto dato dalla ricerca e dal superamento dei paradigmi della salute basati sulla razionalità scientifica e sul dualismo cartesiano mente-corpo, dove si individua il concetto di salute come assenza di malattia, i temi della salute-malattia e del benessere possono essere osservati in maniera diversa dal passato.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

La lettura dei cosiddetti big data potrà forse consentire di stabilire con una certa attendibilità la data della morte di una persona; una equipe di Google sta lavorando a questa ipotesi, perfezionando un algoritmo.

 

Sideri Massimo, Corriere della Sera, 20/06/2018

Parola chiave: Dati statistici, Fine vita

 

EPALE (Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa) pubblica un documento sulle case intergenerazionali che si stanno sviluppando in Austria ma che già dal 2006 sono presenti in Germania.

 

Brnthaler Christine, ec.europa.eu, n.,

Parola chiave: Abitazione, Rapporti intergenerazionali

 

In Rete, in questi giorni, hanno suscitato commozione e tenerezza le immagini di anziani soli ripresi nelle più diverse situazioni.

 

Fasano Giusi, , 13/07/2018

Parola chiave: Rete informatica, Social Network

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 49 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.