|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.vita.it
01/12/2017

La legge sul Dopo di Noi? È operativa solo in cinque regioni

Riprendendo uno studio effettuato da ANFASS, l'articolo evidenzia come la legge sul Dopo di noi, entrata in vigore il 25 giugno 2016, abbia trovato applicazione pratica e in modo differenziato solo in poche Regioni: Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Toscana, Marche e Molise.

L' iter è complesso: tutte le Regioni hanno emanato il piano attuativo regionale concordato con il Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, ma nessuna ha integrato i fondi nazionali con fondi propri per ampliare la platea dei beneficiari. E' poi necessario pubblicare i bandi che consentano la presentazione di progetti individualizzati, mettendo i cittadini con disabilità nelle condizioni di rendere concreto l'obiettivo della deistituzionalizzazione, del supporto alla domiciliarità e allo sviluppo delle competenze per la gestione della vita quotidiana. Quest' ultimo fondamentale passaggio è avvenuto solo nelle cinque Regioni citate.

Questo il commento del Presidente di ANFASS: "L' attuazione va troppo a rilento. Ormai si fa concreto il rischio che le famiglie, che vi avevano guardato con grandi aspettative, non vedendo succedere nulla, non vedendo realizzarsi le prospettive che la legge prevede, traggano la conclusione che la legge non serve e tornino a pensare che le uniche soluzioni possibili sono gli istituti o tenere i figli disabili a casa casa."


(Sintesi redatta da: Gianni Desanti)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Cina, una società che invecchia

Nonostante nel 2015 il governo avesse deciso di consentire a tutte le coppie di avere due figli, nel 2017 in Cina le nascite sono diminuite di 630mila bambini.

Aumento di anziani ma meno badanti in Lombardia

Il numero delle assistenti familiari in Lombardia si attesta intorno alle 156mila unità, un terzo delle quali è regolare. Il numero di quelle regolari è stabile dal 2012, a fronte di una crescita degli anziani non autosufficienti di circa 7mila unità l’anno.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Gli anziani si addormentano con difficoltà e si svegliano tante volte nel cuore della notte: questo è quanto emerso nel corso del congresso della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Sigg) tenutosi a Napoli.

 

Di Todaro Fabio, www.lastampa.it, 28/12/2017

Parola chiave: Disturbi del sonno

 

Riprendendo uno studio effettuato da ANFASS, l'articolo evidenzia come la legge sul Dopo di noi, entrata in vigore il 25 giugno 2016, abbia trovato applicazione pratica e in modo differenziato solo in poche Regioni: Friuli Venezia Giulia, Lombardia, Toscana, Marche e Molise.

 

De Carli Sara, www.vita.it, 01/12/2017

Parola chiave: Disabilita, handicap

 

Alla Fondazione Ferrero di Alba ci si interroga sulla longevità. L’Oms ha stimato che nel 2050 circa due miliardi di persone nel mondo avranno più di 65 anni. L’allungamento della vita è una conquista e una sfida, perché non comporta necessariamente una qualità di vita migliore.

 

Fiori Roberto, www.lastampa.it, n.,

Parola chiave: Arte, creativita, Qualità della vita

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 20 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.