|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.lastampa.it
28/12/2017

Davvero gli anziani dormono meno? A volte, ma la realtà è che dormono male

Gli anziani si addormentano con difficoltà e si svegliano tante volte nel cuore della notte: questo è quanto emerso nel corso del congresso della Società Italiana di Gerontologia e Geriatria (Sigg) tenutosi a Napoli.

Sono oltre dieci milioni gli anziani con un disturbo del sonno: dai problemi ad addormentarsi alla sera ai risvegli notturni. Un riposo non ristoratore che ha motivi diversi nei due sessi. Gli uomini tardano ad addormentarsi solitamente per aver mangiato più del dovuto e si svegliano perché devono andare in bagno, le donne invece si avviano al riposo con qualche acciacco di troppo e hanno perlopiù sonni agitati da pensieri, ansie e preoccupazioni.

Di comune, invece, c’è il valore della pennichella: non è questo a compromettere il sonno notturno, per cui chi preferisce riposarsi dopo pranzo continui pure a farlo. In questo modo contribuirà comunque a raggiungere un monte ore sufficiente da destinare al riposo.

Sono suggerite alcune precauzioni per aiutare a riposare meglio: può essere necessario rivedere le terapie in corso perché alcuni farmaci assunti possono compromettere il sonno: è il caso di beta-bloccanti e dei diuretici. Mangiare i carboidrati alla sera e fare una buona attività fisica per almeno 30-40 minuti a giorni alterni sono ottimi rimedi per dormire più rilassati.


(Fonte: www.lastampa.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Attenzione alle apnee notturne

Le apnee notturne causano uno scarso apporto di ossigeno al cervello creando una riduzione del volume dei lobi temporali del cervello.

A casa propria con "un'assistenza leggera", per invecchiare bene

L’articolo prende in considerazione quanto emerso nel corso del Seminario nazionale su nuovi modelli abitativi e welfare di prossimità promosso dall' associazione "Abitare e Anziani". Le priorità evidenziate riguardano la necessità di adeguare ai nuovi bisogni i modelli abitativi, ridurre le barriere architettoniche, sviluppare un sistema continuo di assistenza sociosanitaria e rendere sempre più disponibili i servizi di tecno-assistenza intelligente.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Le modifiche apportate in legge di bilancio alla proposta di legge Iori hanno creato la paradossale situazione per cui qualche migliaio di educatori oggi è fuorilegge nei servizi socio-sanitari in cui da anni lavora.

 

Bollani Marco, www.vita.it, 13/09/2018

Parola chiave: Legislazione nazionale, Operatore socio-assistenziale e sanitario

 

L'uso della marijuana, dopo la liberalizzazione in 29 paesi, è in continuo aumento non solo tra i giovani ma anche tra la popolazione anziana, sia a scopo terapeutico che a scopo ricreativo. E' da presumere che chi ha iniziato a fumare gli spinelli negli anni '60 e '70 continui a farlo ancora, anche se non con una cadenza regolare. 

 

Di Todaro Fabio, www.fondazioneveronesi.it, 25/09/2018

Parola chiave: Medicina alternativa, Stili di vita

 

Secondo uno studio effettuato dall’International Longevity Center nel Regno Unito chi invecchia in buona salute sarebbe addirittura più produttivo rispetto ai colleghi più giovani. Rimane peraltro il dubbio che i vantaggi di questa situazione siano ascrivibili solo alla comunità e non all'interessato.

 

Da Rold Cristina, www.ilsole24ore.com, 17/09/2018

Parola chiave: Lavoro nella terza età

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 57 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.