|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
30/01/2018

Fonte
ilpiccolo.gelocal.it

Matusalemme in crescita

Oggi più che mai la società occidentale sembra doversi confrontare con la figura biblica ultracentenaria di Matusalemme.

Genetica, sommata a buone condizioni di vita e di ambiente, a movimento fisico e mentale, a stimoli intellettuali, all’uso delle nuove tecnologie, creano un humus favorevole alla longevità. Anche in Italia il numero dei centenari è in netto e rapido aumento: oggi sono oltre 17 mila contro i soli 51 al tempo della marcia su Roma e meno di mille negli anni ’80. Attualmente le regioni con maggior numero di anziani sono la Liguria e il Friuli Venezia Giulia.

Il docente di sociologia all’Università di Venezia e Verona, prof. Vittorio Filippi, spiega che la questione dei supercentenari rimanda al dibattito sui limiti cui si può spingere la durata della vita nonché sui mezzi e le cause che permettono l’allungamento continuo della esistenza umana. La spiegazione, continua il sociologo, non è facile da trovare e sta in diversi fattori, ma non a caso in paesi dove non c'è un'assistenza sanitaria universalistica, come ad esempio negli Stati Uniti, la longevità è assai minore.

La società italiana è destinata a cambiare sempre di più. Anche il marketing se n’è accorto, diventando sempre più “generazionale” e puntando negli ultimi tempi al crescente mercato della terza, quarta e quinta età.

Una preoccupazione, considerato che il calo delle nascite è una tendenza assodata e la longevità è in costante crescita, consiste nel sostenere economicamente una società di Matusalemme.


(Sintesi redatta da: Bianca Mandelli)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Positivi i dati del progetto "Viva gli anziani" promosso dalla Comunità Sant'Egidio

Il 17 luglio 2018 sono stati presentati a Roma dalla Comunità di Sant’Egidio i risultati del progetto Viva gli anziani.

Google scoprirà quando moriremo?

La lettura dei cosiddetti big data potrà forse consentire di stabilire con una certa attendibilità la data della morte di una persona; una equipe di Google sta lavorando a questa ipotesi, perfezionando un algoritmo.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

L’Associazione 50&Più, attraverso il suo Centro Studi, promuove un nuovo servizio per fornire informazioni, curiosità e spunti sulla vita in età anziana.

 

Scritto da Lacchi Nives il 12/10/2018

Parola chiave: Attività fisica, Ricerca

 

Secondo uno studio della Pennsylvania State University, pubblicato su Food Chemistry, il consumo di funghi può rallentare l’invecchiamento. Il merito è dovuto a due sostanze antiossidanti presenti nell’alimento, il glutatione e l’ergotioneina, entrambe in grado di migliorare la salute.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 05/10/2018

Parola chiave: Alimentazione, Progetto obiettivo tutela della salute degli anziani

 

Gli anziani trascorrono gran parte del loro tempo in solitudine, spesso non per scelta. Eppure non dovrebbero mai essere lasciati soli: renderli partecipi della vita dei giovani allungherebbe la loro vita e quella di chi si fa di loro carico.

 

Scritto da Mathieu Enza il 11/10/2018

Parola chiave: Bisogni degli anziani

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5819 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.