|

|

|

|

|


Autore

Data 05/02/2018

uptech.regione.marche.it

Il progetto UP-TECH, finanziato dal Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali con il Fondo per le non Autosufficienze 2010 e co-finanziato dalla Regione Marche/INRCA, ha sperimentato un sistema integrato di servizi nell’ambito della continuità assistenziale attraverso l’applicazione di nuove metodologie e tecnologie assistive.

Il progetto, a titolarità Regione Marche, ha visto la partecipazione dell’IRCCS-INRCA in qualità di ente coordinatore/referente scientifico per la sperimentazione, e la stretta collaborazione tra le strutture dell’ASUR Marche e i cinque Ambiti Territoriali Sociali di Pesaro, Ancona, Macerata, Fermo, San Benedetto del Tronto. La sperimentazione ha coinvolto su tutto il territorio regionale 450 soggetti affetti da demenza di tipo Alzheimer e le loro famiglie, con l’obiettivo di garantire a questi soggetti un’adeguata permanenza a domicilio e migliorare la loro qualità di vita e quella dei caregiver.


(Informazioni tratte dal sito)

Per maggiori approfondimenti:
http://uptech.regione.marche.it

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Le famiglie si indebitano per garantire l'assistenza domiciliare ai loro cari non autosufficienti

Lo scorso 30 novembre, nel convegno di Confartigianato Imprese Piemonte e Anap Piemonte (Associazione nazionale anziani e pensionati), è stato trattato il tema Salute, benessere e cronicità: le nuove sfide.

Il 50% degli abusi e violenze su anziani non viene denunciato

L'avvocata Barbara Pezzilli, che dal 2000 si occupa di violenza sugli anziani, alla presentazione del Rapporto Fipac Confesercenti, realizzato in collaborazione con i Nas, dedicato al fenomeno degli abusi nelle case di riposo per anziani, suggerisce di lavorare anche su strumenti alternativi di giustizia, ad esempio quelli che si stanno utilizzando per il femminicidio, dove lo snellimento dei percorsi processuali dà la possibilità agli anziani abusati di denunciare con meno timori. Infatti, emerge che il fenomeno degli abusi sugli anziani potrebbe essere più ampio di quanto indicano i dati.

Ultimi inserimenti in Sito internet

 

Calico è una società di ricerca e sviluppo la cui missione è quella di sfruttare tecnologie avanzate per aumentare la comprensione della biologia che controlla la durata della vita.

 

 

Il sito illustra gli scopi, la storia, le iniziative e i progetti dell'associazione di volontariato Pro Senectute di Omegna.

 

Parola chiave: Animazione, Centro di documentazione, Centro sociale anziani

 

Howz è un nuovo prodotto per supportare le persone che vivono in modo indipendente, permettendo a coloro che contano per loro di sapere come stanno.

 

Visualizza altri Siti Internet In archivio sono presenti 433 Siti Internet

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.