|

|

|

|

|


Regia

Cofano Gianvito, Mocellin Alberto

Titolo

Lu Giustacofane

Italia, 2017, min.3

Lu Giustacofane

Siamo abituati a cambiare velocemente: oggetti e cose, quando si rovinano. Situazioni e affetti, quando diventano difficili e ci feriscono. Eppure, qualcuno ancora crede nel valore della cura, e ci incoraggia a resistere, a non arrenderci.

Questo l’invito de Lu Giustacofane”, video del primo singolo di “Canzoniere”, l’ultimo album del Canzoniere Grecanico Salentino (CGS) in uscita il27 ottobre su etichetta Ponderosa. In arrivo a 42 anni di distanza dalla fondazione dello storico gruppo, tra i più importanti e riconosciuti di world music guidato da Mauro Durante dal 2007. Il CGS regala una clip – diretta dal duo registico AcquaSintetica – onirica e surreale dedicata a “Lu giustacofane”, colui che passava di paese in paese per riparare gli oggetti danneggiati. Una metafora che invita a continuare a lottare. “Non c’è ferita che non può sanare”: incita il testo. Protagonisti del video sono gli ulivi e i rugosi volti degli anziani, perché c’è un legame profondo tra questi alberi secolari che ricoprono la Puglia e la sua gente. Insieme diventano un totem, simbolo vivente della nostra storia e cultura. Quando tutto questo viene attaccato con violenza e arroganza, a vantaggio di spregiudicate speculazioni economiche – come la questione Xylella che continua a sterminare gli ulivi, o quella del TAP (Gasdotto Trans-Adriatico) che vuole approdare sulle coste del Salento – la risposta non può essere diversa da quella di resistere, uniti a difesa del nostro patrimonio.


(Fonte: www.coolclub.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

www.transumanisti.it

Sito dell'Associazione ItalianaTransumanisti (AIT).

Piccolo, bianco e silenzioso

Un uomo anziano che vive fra i suoi orsi di peluche in una casa trascurata, sviluppa un patetico affetto per ragni, topi, anitre e altri animali. Una donna anziana, che una volta teneva in piedi una famiglia e un'impresa, ora non riesce più neanche ad accendere la radio. Avvenimenti ed equivoci assurdi sono segni rivelatori dell'incipiente demenza. L'uomo e la donna erano un tempo marito e moglie. Le loro due figlie, allontanatesi quasi completamente dal padre dopo la separazione dei genitori, si sentono ora in dovere di offrire ad entrambi aiuto, per contribuire a mantenere in carreggiata le loro vite. Con stile sobrio e pungente Erika Veld descrive come le risate e le arrabbiature passeggere cedano il posto all'incertezza, alla collera e all'angoscia.

Ultimi inserimenti in Audiovisivo

 

Leo, Bruno e Zvi crescono in un villaggio ebraico della Polonia di inizio Novecento innamorati della stessa ragazza, la bellissima e volubile Alma, che promette a tutti e tre di sposarli, uno dopo l'altro.

 

Regia di Radu Mihaileanu, Francia, Canada, Romania, USA, 2016

 

Scopo del corto, attraverso una trama a incastro, è indurre lo spettatore a riflettere non solo sul mondo perduto del malato di Alzheimer, ma su chi di quel mondo faceva parte e si trova, quando la malattia giunge quasi al suo culmine, tagliato fuori da quell’esistenza, da quei ricordi.

 

Regia di Toscani Mario, Italia, 2015

 

Le lussuose e verdeggianti villette a schiera d'Inghilterra non sono poi così perfette come sembrano. La signora Sandra, che ama farsi chiamare "Lady Abbott", lo scoprirà molto presto. Suo malgrado.

 

Regia di Loncraine Richard, Gran Bretagna, 2017

Visualizza altri Audiovisivi In archivio sono presenti 310 Audiovisivi

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.