|

|

|

|

|


Regia

Loncraine Richard

Titolo

Ricomincio da me
Con: Imelda Staunton, Timothy Spall, Joanna Lumley, Celia Imrie
Gran Bretagna, 2017, min.111

Ricomincio da me

Le lussuose e verdeggianti villette a schiera d'Inghilterra non sono poi così perfette come sembrano. La signora Sandra, che ama farsi chiamare "Lady Abbott", lo scoprirà molto presto. Suo malgrado.

Sì, perché dentro la sua vita patinata e altolocata, al fianco di un marito rispettabile e venerato a suon di trofei scintillanti e belle foto messe in cornice, si nasconde una lunga bugia. Sandra scopre la più classica delle brutte storie: suo marito la tradisce da cinque anni con una delle sue migliori amiche. Di colpo tutto quel lusso, tutto quell'ordine, tutta quella ostentata sicurezza svanisce in una nube di dubbi e di dolore. Così alla vecchia "lady", che "lady" non è più, non resta che rifugiarsi tra le braccia in un affetto per troppo tempo dimenticato: quello di sua sorella Elizabeth, che avrebbe un nome regale, ma preferisce farsi chiamare "Bif". Un indizio che la dice lunga su quanto queste due sorelle abbiano seguito strade profondamente diverse. Per cogliere le enormi differenze tra Sandra e Bif basterebbe guardare le loro case o persino soffermarsi sulla loro capigliatura. La prima viveva in un museo freddo, abitato da persone troppo giudicanti, dove una coppia non faceva altro autoglorificare la propria posizione sociale; la seconda vive da sola in una casa disordinata, senza badare a polvere, scadenze sulle etichette e cellulari nelle lavatrici. La prima ha un'acconciatura rigida come il suo carattere diventato troppo diffidente e austero; la seconda ha dei capelli arruffati, tra i quali si staglia persino un ciuffo di tinta viola. L'incontro da queste sorelle agli antipodi sarà il cuore pulsante di un film dedicato alle seconde occasioni della terza età.


(Fonte: )

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Europa: tendenza all'invecchiamento ed al calo della popolazione

Da uno studio del servizio di ricerca del Parlamento Europeo emerge che, di qui al 2080, si potrebbe avere  una riduzione della popolazione europea di 9 milioni di persone. Quindi dovremmo passare dagli attuali 513,5 milioni ai 504,5 nel 2080. La riduzione non sarà in ogni caso costante: per il 2040, ad esempio, sono previsti 524,7 milioni di abitanti in Europa.

Anziani e pandemia: vittime e protagonisti

Il pianeta anziani, in fase di Covid 19, presenta due facce: da una parte assistiamo a nonni vittime di stragi silenziose, dall’altra vediamo intraprendenti volontari in pensione tornare in attività per fronteggiare l’emergenza.

Ultimi inserimenti in Audiovisivo

 

Amadeus (Nick Nolte) ha 76 anni ed è malato di Alzheimer. Al funerale della moglie Maggie si presenta all'altare e imbastisce un elogio del seno generoso della consorte defunta, dopodiché si rintana a vivere nel disordine crescente della loro casa coniugale.

 

Regia di Schweiger Til, Germania, 2018

 

Sono passati 15 anni da quando uno sconosciuto ha rapito Samantha Andretti mentre tornava a casa da scuola.

 

Regia di Carrisi Donato , Italia, 2019

 

Diva del cinema francese, Fabienne Daugeville pubblica un libro di memorie e per l'occasione riceve la visita della figlia Lumir, sceneggiatrice che vive a New York con il marito Hank e la piccola Charlotte.

 

Regia di Kore'eda Hirokazu , Francia, 2019

Visualizza altri Audiovisivi In archivio sono presenti 357 Audiovisivi

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le pi├╣ importanti notizie della settimana.