|

|

|

|

|


Regia

Ferreri Marco

Titolo

La casa del sorriso
Con: Enzo Cannavale, Ingrid Thulin, Dado Ruspoli, Maria Mercader, Rosalina Neri
Italia, 1991, min.100

La casa del sorriso

Morto in un incidente il marito e ricevuti centosessanta milioni di indennizzo la giovane moglie di questi (cui restano due ragazze, nonchè molti impegni mondani e vacanzieri) non ha nè il tempo, nè la voglia di occuparsi di sua suocera Adelina.

Le fa vendere la casa dandole un po' di denaro e trasferisce la vecchia signora in una casa di riposo per la terza età sulla costa romagnola. Adelina, ai suoi tempi ragazza-madre e vincitrice di un concorso per miss sorriso, incontra il quel luogo assai poco gaio il sessantacinquenne Andrea, detto "il maestro" (suona una piccola chitarra africana) e tra i due nasce piu' che un idillio. Da cio' pettegolezzi, gelosie e scandalo, non solo perchè Andrea, nel padiglione in cui sono sistemati gli ospiti non autosufficienti, ha la ex-moglie ungherese (Esmeralda), ma soprattutto in quanto i due senili spasimanti hanno rapporti nella camera di lui, e in una roulette di proprietà di una piccola colonia di extracomunitari, parte dei quali è addetta ai servizi del cronicario. Fra i cattivi (clienti, infermieri e personale vario) qualcuno fa sparire la dentiera di Adelina. E' uno scherzo crudele: Adelina dapprima tenta invano di aver soldi dalla nuora; poi, fasciandosi a malapena mezza faccia con un velo, grazie ad Andrea riceve in prestito da Esmeralda la dentiera di costei; infine si adatta a portare una protesi da antiquariato (dono dello stesso Andrea), sulla quale spiccano bianchissimi due canini draculeschi. Unica soluzione per gli innamorati, che molti vorrebbero vedere espulsi, sarebbe di accogliere l'invito degli immigrati di partire con loro in un pulmino verso altri lidi. Ma Andrea, che sembrava deciso a rivendere la sua collezione di abiti di classe, passato il capriccio e quegli amplessi rapidi e penosi, rinuncia al viaggio e Adelina parte alla ventura, protetta dalla generosità affettuosa degli amici di colore.

 


(Fonte: www.comingsoon.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Il mondo invisibile dei pazienti fragili. La fragilità interpretata dalla medicina di famiglia mediante la teoria della complessità

Gli autori propongono un quadro concettuale di riferimento entro cui sviluppare i temi dell'anziano fragile e dell'organizzazione dell'assistenza primaria.

La figura dell’animatore nelle strutture per anziani

Di fronte alla complessità è necessario intervenire con risposte complesse. La vecchiaia, intesa come polipatologia, è di per sé una questione complessa.

Ultimi inserimenti in Audiovisivo

 

Le lussuose e verdeggianti villette a schiera d'Inghilterra non sono poi così perfette come sembrano. La signora Sandra, che ama farsi chiamare "Lady Abbott", lo scoprirà molto presto. Suo malgrado.

 

Regia di Loncraine Richard, Gran Bretagna, 2017

 

Viaggio sulla Loira di un'anziana signora alla ricerca del suo perduto amore di gioventù, in compagnia di un'mprovvisata (ed improbabile) assistente, che cambierà la vita a molte persone...

 

Regia di Meier Beatrice, Germania, 2017

 

Nata il 1° gennaio 1923 a Milano, Valentina Cortese è una delle pochissime star nostrane ad essere approdata a Hollywood e ad aver conosciuto splendori e stravaganze dello studio system.

 

Regia di Francesco Patierno, Italia, 2017

Visualizza altri Audiovisivi In archivio sono presenti 306 Audiovisivi

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.