|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.corriere.it
05/02/2018

La creatività non ha età: ecco come tanti grandi hanno sconfitto il tempo

Pupi Avati, per motivi di età, ha lasciato la commissione del Ministero della Cultura per la selezione dei film meritevoli di contributo. La sua scelta ha aperto il dibattito sulla vecchiaia e la capacità intellettiva degli anziani.

Andrea Camilleri afferma che la vecchiaia non intacca la capacità di sognare, anzi rende più sensibili verso gli aspetti impalpabili della vita, cioè verso le emozioni e i sentimenti. Magari le gambe cedono, la vista diminuisce e le mani tremano, ma non importa, gli anni senili sono "un dono del cielo", così li definisce lo scrittore Raffaele La Capria.

Molti sono gli esempi di persone avanti con gli anni che hanno segnato con la loro creatività la nostra società: da Pablo Picasso, morto a 92 anni senza aver mai perso la forza inventiva e innovativa a Giuseppe Verdi che scrisse a ottant’anni il Falstaff.  Esempi di longevità creativa sono i fratelli Taviani, Ermanno Olmi, Manoel de Oliveira, il regista portoghese morto a 106 anni e attivo fino all'ultimo.

Una persona che di vecchiaia se ne intendeva era Rita Levi Montalcini, alla quale si deve un elogio della vecchiaia in contrasto con la visione pessimistica del suo coetaneo Norberto Bobbio: il premio Nobel della Medicina scrisse addirittura un libro per dimostrare come l’inevitabile logorio fisico non comporta un deterioramento delle facoltà mentali.


(Fonte: www.corriere.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Controllare l'udito evita la depressione

In base a una ricerca condotta dalla Columbia University, maggiore è la perdita di udito, maggiore è il rischio di peggioramento dei sintomi che conducono alla depressione. Infatti, il trattamento dell'ipoacusia potrebbe essere un modo per evitare la depressione tardiva.

La sessualità nell'età avanzata: un problema da affrontare anche all'intero delle strutture socio-sanitarie

Alla residenza Anni Azzurri Ducale 2-3 di Modena, lo scorso 20 novembre, si è parlato di sessualità nell'età avanzata.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Sono stati premiati dal Maestro Pupi Avati i vincitori di Corti di Lunga Vita, il concorso internazionale di cortometraggi promosso dall’associazione 50&Più.

 

De Felicis Dario, www.centrostudi.50epiu.it, 13/12/2018

Parola chiave: Arte, creatività, Cinema

 

Uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Applied Physiology da ricercatori della Ball State University di Muncie (Usa) giunge alle seguente conclusione: allenarsi regolarmente potrebbe aiutare a restare giovani; i settantenni che hanno sempre praticato un’attività fisica avrebbero una salute cardiovascolare simile a quella di chi ha 30 anni di meno.

 

Comerci Nadia, salute24.ilsole24ore.com, 27/11/2018

Parola chiave: Attività fisica, Invecchiamento attivo

 

Rovistare per ore nelle tasche o in borsa alla ricerca degli occhiali, non ricordare di aver chiuso la macchina o dove è parcheggiata, mettere a soqquadro la casa per trovare il telefono. Molti “smemorati” temono che ci sia una correlazione tra dimenticare da giovani e sviluppare patologie come demenza o decadimento cognitivo nella terza età. È una preoccupazione fondata?

 

Turin Silvia, www.corriere.it, 02/12/2018

Parola chiave: Disturbi della memoria, Prevenzione, Stili di vita

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 68 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.