|

|

|

|

|


Regia

Toscani Mario

Titolo

Ti ho incontrata domani
Con: Chiara Turrini, Mario Peretti, Lara Rigotti
Italia, 2015, min.12

Ti ho incontrata domani

Scopo del corto, attraverso una trama a incastro, è indurre lo spettatore a riflettere non solo sul mondo perduto del malato di Alzheimer, ma su chi di quel mondo faceva parte e si trova, quando la malattia giunge quasi al suo culmine, tagliato fuori da quell’esistenza, da quei ricordi.

“Ti ho incontrata domani” racconta sia lo smarrimento dell’identità’ cui conduce la malattia dell’Alzheimer, ma soprattutto un altro smarrimento, quello di chi resta, di chi vede trasformare la/il compagna/o di un cammino condiviso in un ologramma. Si sofferma principalmente sull’emozione di chi, come appena sveglio al mattino, vorrebbe trattenere ancora negli occhi, il sogno della notte, che necessariamente si dissolve.

Diventa quindi difficile stabilire quale dei due drammi sia il più insostenibile, quello di chi “parte” inghiottito dall’ignoto, o quello di chi resta, assistendo inerme all’inesorabile dissoluzione di una vita. Attraverso un voluto fraintendimento, il regista conduce lo spettatore attraverso il medesimo smarrimento: lo specchio e la sua immagine riflessa non coincidono più.


(Fonte: www.benfare.it/)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Ma il dolore può diventare un ricordo

La prima parte dell'articolo si sofferma sulle varie tipologie di dolore che può essere acuto o cronico; il dolore è normalmente curato con farmaci, terapie supportive o interventi chirurgici, ma recenti studi propongono nuove soluzioni.

I vecchi e il terremoto, due anni dopo

Per onorare un vecchio impegno con la Società Italiana di Gerontologia e Geriatria e con Alzheimer Uniti Italia, una benemerita associazione di familiari, ho accettato di partecipare ad un convegno a Visso, in provincia di Macerata, dal titolo: Le persone fragili e il sisma.

Ultimi inserimenti in Audiovisivo

 

Leo, Bruno e Zvi crescono in un villaggio ebraico della Polonia di inizio Novecento innamorati della stessa ragazza, la bellissima e volubile Alma, che promette a tutti e tre di sposarli, uno dopo l'altro.

 

Regia di Radu Mihaileanu, Francia, Canada, Romania, USA, 2016

 

Scopo del corto, attraverso una trama a incastro, è indurre lo spettatore a riflettere non solo sul mondo perduto del malato di Alzheimer, ma su chi di quel mondo faceva parte e si trova, quando la malattia giunge quasi al suo culmine, tagliato fuori da quell’esistenza, da quei ricordi.

 

Regia di Toscani Mario, Italia, 2015

 

Le lussuose e verdeggianti villette a schiera d'Inghilterra non sono poi così perfette come sembrano. La signora Sandra, che ama farsi chiamare "Lady Abbott", lo scoprirà molto presto. Suo malgrado.

 

Regia di Loncraine Richard, Gran Bretagna, 2017

Visualizza altri Audiovisivi In archivio sono presenti 310 Audiovisivi

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.