|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.sociologicamente.it
20/02/2018

Un lavoro senza crisi: la figura dell'assistente familiare

L'articolo illustra i motivi per cui il lavoro di assistente familiare è diventato una delle attività più richieste. Se un tempo la cura delle persone anziane veniva affidata alle donne di casa, oggi non è più così per l'evolversi della struttura familiare che non è più ampia come nel passato.

Il welfare, rivolto in particolar modo verso gli anziani, si è articolato in ambiti differenziati: lo sviluppo di centri residenziali, semiresidenziali e diurni, ma anche l’assistenza domiciliare integrata e, infine, i trasferimenti monetari che, però, non coprono tutti i costi.

Chi non può permettersi la retta mensile di una struttura o ha la possibilità di rimanere nel proprio contesto domestico, opta per l’assistente familiare, più comunemente conosciuta come badante. Inizialmente erano donne migranti provenienti dall’Est Europa, dalle Filippine, dall’America latina, dall’Asia orientale e dall’Africa Settentrionale. Oggi sempre più italiane svolgono questo mestiere.


(Sintesi redatta da: Gianni Desanti)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Nonni italiani, una risorsa per il welfare familiare

Secondo un sondaggio realizzato da Ipsos per Fondazione Korian, il 49% dei nonni italiani aiuta economicamente figli e nipoti, contro il 24% della media europea. Lo stesso sondaggio ci dice che il 61% degli over 65 italiani danno costantemente consigli a figli e nipoti, su argomenti disparati, dalla scuola, al lavoro, alle relazioni.

Convegno congiunto SIGOT-SIGG-AGE - La Geriatria in Emilia Romagna

L’evento è destinato alle seguenti figure professionali per un massimo di 100 partecipanti: Medico Chirurgo (Geriatria; Malattie metaboliche e diabetologia; Medicina fisica e riabilitazione; Medicina Generale (Medici di famiglia); Medicina Interna; Farmacista; Infermiere; Fisioterapista; Assistente sanitario; Psicologo e ha ottenuto n. 7 crediti formativi. I crediti saranno rilasciati esclusivamente ai partecipanti appartenenti alle professioni ed alle discipline indicate che rientreranno nel numero massimo di partecipanti per il quale l’evento è stato accreditato. L'attestazione dei crediti è subordinata alla partecipazione effettiva all'intero programma formativo (nella misura del 100%) ed alla verifica dell'apprendimento (si rammenta che è necessario rispondere esattamente al 75% delle domande presenti nel test). L'attestato di partecipazione, riportante il numero di crediti assegnati, verrà pertanto rilasciato dopo avere effettuato tali verifiche e sarà quindi disponibile non prima di 60 giorni dopo la chiusura dell’evento.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Uno studio condotto dall’università di Sussex e pubblicato sulla rivista Psychological Medicine ha associato la depressione ad un rapido invecchiamento cerebrale.

 

Pezzica Elettra, www.centrostudi.50epiu.it, 01/11/2018

Parola chiave: Depressione

 

Eravamo abituati ai ristoranti di cibo pronto e veloce affollati di teenager che prendono ordinazioni. Invece, negli Stati Uniti, le catene di fast food hanno preso a cercare personale senior e il fenomeno si inizia a notare anche in altri settori, come quello del trasporto aereo. 

 

Colarusso Gabriella, La Repubblica, 07/11/2018

Parola chiave: Lavoro dopo la pensione

 

Nella rete si possono incontrare le sirene ed essere tratti in inganno dal loro canto. Un rischio reale per tutti nell'era digitale, anziani inclusi. Una recente indagine di Ipsos ha rilevato che gli anziani, nel 76% dei casi, hanno almeno un account e spesso (nel 25% dei casi) utilizzano i social per comunicare e informarsi. Tavolta capita di imbattersi in “bufale” e fake news: Auser ha dedicato agli strumenti per difendersi da queste due giorni di convegno a Torino.

 

Redazione Redattore Sociale, www.redattoresociale.it, 18/10/2018

Parola chiave: Comunicazione, problemi della, Social Network, Strumenti informatici e telefonia

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 63 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.