|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
05/03/2018

Fonte
www.healthdesk.it

Cervello giovane se non si teme di invecchiare

Uno studio, pubblicato su PlosOne e condotto su circa 5 mila persone con un’età media di 72 anni e senza segni di demenza all’inizio dell’esperienza, rileva che, chi guarda positivamente all’avanzare degli anni, riduce il rischio di demenza.

Su tutto il campione analizzato la buona reputazione della vecchiaia ha ridotto del 43 per cento il rischio di sviluppare infermità mentale nel corso dei successivi 4 anni. Anche le persone che possedevano il fattore genetico predittivo della demenza, ed erano bendisposti nei confronti del passare del tempo, guadagnavano una riduzione del 50% di probabilità di subire danni nell’attività cerebrale rispetto alle persone con le stesse caratteristiche genetiche ma un atteggiamento più pessimista.

Gran parte delle convinzioni personali sull’invecchiamento dipendono dalle idee che circolano nella società in cui si vive. Per questo, secondo Becca Levy, professoressa di salute pubblica e di psicologia della Yale School of Public Health, tutto ciò dovrebbe spingere a realizzare campagne sulla salute pubblica contro la discriminazione nei confronti degli anziani.


(Tratto dall’articolo www.healthdesk.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Conflitto: so-stare o scappare? La gestione del conflitto nel lavoro sociale e sanitario.Corso di aggiornamento

Quanti e quali sono i conflitti presenti nel lavoro sociale? Quanto è diffusa la violenza nei confronti degli operatori sociali e sanitari? Quali le possibili cause? Com’è possibile cogliere primi segnali di rischio? Come prevenirli? Il percorso formativo si propone di individuare strategie per la gestione alternativa dei conflitti nel lavoro sociale e sanitario con riferimenti specifici al Codice deontologico degli Assistenti Sociali e al vademecum "Indicazioni e strumenti per prevenire e affrontare il rischio di violenza nei confronti dei professionisti dell'aiuto" diffuso dal Consiglio Nazionale Ordine Assistenti Sociali.

Percorso vita mantenendo la mente allenata

E' nato a Bergamo il progetto Chi ha gambe ha testa.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Le persone di una certa età spesso vivono da sole, pertanto hanno bisogno di maggiore affetto e attenzioni. I cani da compagnia possono essere la soluzione migliore per condividere la vita degli anziani.

 

Scritto da Mathieu Enza il 17/06/2018

Parola chiave: Animali, Pet Therapy

 

È consigliata dai medici per mantenersi in forma, fa bene al cuore, al cervello e allo spirito: è la terapia della balera.

 

Scritto da Mathieu Enza il 17/06/2018

Parola chiave: Aspetti psicologici dell'invecchiamento, Tempo libero, hobbies

 

Fatti di un’altra pasta, è il titolo della campagna Auser 2018. Si tratta di un evento itinerante che,  per i prossimi sei mesi, attraverserà l’Italia con banchetti nelle piazze, eventi, feste, presenza in fiere ed iniziative locali.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 18/06/2018

Parola chiave: Anziano non autosufficiente, Associazionismo anziano, Volontariato a favore di anziani

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5742 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.