|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.corriereinnovazione.corriere.it
18/06/2018

Giovani, adulti e anziani: il patto tra generazioni che aiuta lo sviluppo del Paese

La comunicazione e la collaborazione tra generazioni differenti sembra essere una nota dolente in molti ambienti, dal lavoro alla politica, alla famiglia. Una ricerca AstraRicerche per Manageritalia mostra invece che gli italiani, tutti, la desidererebbero.

Lo studio è stato presentato in questi giorni a Milano in apertura del Meeting Prioritalia 2018 dal titolo Costruire un patto generazionale nell’economia dell’innovazione e delle competenze. Il campione preso in esame era composto da 1.462 20-75enni.
 Il 73,5% di loro ritiene che per avere una vera crescita economica serve il contributo di tutte le generazioni insieme, anche dei pensionati.

I pensionati da una parte sono ritenuti troppo numerosi rispetto ai giovani e ai giovanissimi e rispetto alle persone che lavorano, dall’altra gli si riconosce voglia di fare, di impegnarsi assistendo parenti e amici e di essere ben preparati per dare ancora un contributo nella società.

Parlando di cosa serve per la crescita economica gli italiani non hanno dubbi: spazio a merito, competenza, alla vera capacità di fare nel pubblico e nel privato, che le aziende tornino a investire, pensare al futuro e avere una visione e, come abbiamo già detto, il contributo di tutti, anche dei pensionati, e un impegno personale forte.


(Fonte: www.corriereinnovazione.corriere.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Horizon Prize for Social Innovation in Europe

La sfida specifica del Premio è migliorare la vita della popolazione anziana (over 65) sviluppando soluzioni di mobilità innovative, sostenibili e replicabili che consentano a queste persone di preservare la propria autonomia e continuare a partecipare attivamente alla vita sociale e economica.

Google scoprirà quando moriremo?

La lettura dei cosiddetti big data potrà forse consentire di stabilire con una certa attendibilità la data della morte di una persona; una equipe di Google sta lavorando a questa ipotesi, perfezionando un algoritmo.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

La lettura dei cosiddetti big data potrà forse consentire di stabilire con una certa attendibilità la data della morte di una persona; una equipe di Google sta lavorando a questa ipotesi, perfezionando un algoritmo.

 

Sideri Massimo, Corriere della Sera, 20/06/2018

Parola chiave: Dati statistici, Fine vita

 

EPALE (Piattaforma elettronica per l'apprendimento degli adulti in Europa) pubblica un documento sulle case intergenerazionali che si stanno sviluppando in Austria ma che già dal 2006 sono presenti in Germania.

 

Brnthaler Christine, ec.europa.eu, n.,

Parola chiave: Abitazione, Rapporti intergenerazionali

 

In Rete, in questi giorni, hanno suscitato commozione e tenerezza le immagini di anziani soli ripresi nelle più diverse situazioni.

 

Fasano Giusi, , 13/07/2018

Parola chiave: Rete informatica, Social Network

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 49 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.