|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.corriereinnovazione.corriere.it
18/06/2018

Giovani, adulti e anziani: il patto tra generazioni che aiuta lo sviluppo del Paese

La comunicazione e la collaborazione tra generazioni differenti sembra essere una nota dolente in molti ambienti, dal lavoro alla politica, alla famiglia. Una ricerca AstraRicerche per Manageritalia mostra invece che gli italiani, tutti, la desidererebbero.

Lo studio è stato presentato in questi giorni a Milano in apertura del Meeting Prioritalia 2018 dal titolo Costruire un patto generazionale nell’economia dell’innovazione e delle competenze. Il campione preso in esame era composto da 1.462 20-75enni.
 Il 73,5% di loro ritiene che per avere una vera crescita economica serve il contributo di tutte le generazioni insieme, anche dei pensionati.

I pensionati da una parte sono ritenuti troppo numerosi rispetto ai giovani e ai giovanissimi e rispetto alle persone che lavorano, dall’altra gli si riconosce voglia di fare, di impegnarsi assistendo parenti e amici e di essere ben preparati per dare ancora un contributo nella società.

Parlando di cosa serve per la crescita economica gli italiani non hanno dubbi: spazio a merito, competenza, alla vera capacità di fare nel pubblico e nel privato, che le aziende tornino a investire, pensare al futuro e avere una visione e, come abbiamo già detto, il contributo di tutti, anche dei pensionati, e un impegno personale forte.


(Fonte: www.corriereinnovazione.corriere.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

L'Europa lancia l'allarme carenza infermieri

I dati Eurostat rivelano che l'Italia nel 2016 aveva 557 infermieri ogni 100.000 abitanti, contro una media europea che si attestava attorno ai 1000.

Il ruolo dei nonni

Giuseppina Speltini, docente di Psicologia dell’adolescenza dell’Università di Bologna, conduce per Auser un ciclo di tre incontri dal titolo: “Nonne e nonni sono solo babysitter anziani? Tre incontri sulla funzione educativa dell’essere nonni oggi”. Il primo si è tenuto il 20 marzo a Bologna.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Nell’era digitale in cui i giovani sembrano i detentori del sapere, la Modern Elder Academy (MEA) si propone come il luogo in cui i senior possono valorizzare le proprie capacità.

 

Russo Linda, www.centrostudi.50epiu.it, 26/03/2019

Parola chiave: Educazione permanente, Lavoro nella terza età

 

L'Italia prova ad attrarre i pensionati residenti all’estero (anche nostri connazionali) che decidono di trasferirsi nella Penisola. Con la legge di Bilancio 2019, infatti, è stata introdotta una tassazione ridotta sui redditi per le persone che trasferiscono la loro residenza nelle regioni del Mezzogiorno.

 

Croce Marco, Vallefuoco Valerio, www.ilsole24ore.com, 04/03/2019

Parola chiave: Legislazione nazionale, Politiche riferite alla popolazione anziana

 

All’ultimo congresso annuale dei geriatri italiani (SIGG) è stato proposto di alzare la tradizionale soglia dell’anzianità da 65 a 75 anni. Questa nuova definizione dell’età anziana non è una sorta di maquillage giovanilistico ma trova essenzialmente le sue giustificazioni in almeno due ordini di motivi.

 

Filippi Vittorio, www.neodemos.info, 21/02/2019

Parola chiave: Longevità, Qualità della vita

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 74 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.