|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.centrostudi.50epiu.it
29/08/2018

Report Istat (2015-2017): i cittadini e il cinema. Incremento costante delle presenze fra gli over 65

Gli ultimi dati Istat sulla frequentazione del cinema attestano che questa è fortemente legata all’età ed è in prevalenza saltuaria (1-3 volte l’anno); questa saltuarietà rappresenta il 30% circa del target, contro l’11% delle frequenze regolari (4-6 volte l’anno) e il 7,7% delle frequenze assidue (7 o più volte l’anno).

Le generazioni più giovani, pur presentando livelli di frequentazione del cinema molto elevate, crescendo, riducono la loro fruizione in anticipo rispetto alle generazioni precedenti. Dai 25 ai 29 anni, scende costantemente la percentuale di persone che vanno al cinema almeno una volta l’anno, fino ad arrivare a circa il 5% tra gli over 80. Eppure, sono proprio gli anziani over 65 a mostrare, nel tempo, un incremento costante, con una frequentazione almeno una volta l’anno più che raddoppiata rispetto al 1993 e passata dal 6,3% al 15,2%.


(Fonte: www.centrostudi.50epiu.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

1° Corso on-line per badanti e assistenti agli anziani

Corso gratuito. Prevista per gli ammessi la sola quota di adesione all'Associazione.

Piccolo, bianco e silenzioso

Un uomo anziano che vive fra i suoi orsi di peluche in una casa trascurata, sviluppa un patetico affetto per ragni, topi, anitre e altri animali. Una donna anziana, che una volta teneva in piedi una famiglia e un'impresa, ora non riesce più neanche ad accendere la radio. Avvenimenti ed equivoci assurdi sono segni rivelatori dell'incipiente demenza. L'uomo e la donna erano un tempo marito e moglie. Le loro due figlie, allontanatesi quasi completamente dal padre dopo la separazione dei genitori, si sentono ora in dovere di offrire ad entrambi aiuto, per contribuire a mantenere in carreggiata le loro vite. Con stile sobrio e pungente Erika Veld descrive come le risate e le arrabbiature passeggere cedano il posto all'incertezza, alla collera e all'angoscia.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Le modifiche apportate in legge di bilancio alla proposta di legge Iori hanno creato la paradossale situazione per cui qualche migliaio di educatori oggi è fuorilegge nei servizi socio-sanitari in cui da anni lavora.

 

Bollani Marco, www.vita.it, 13/09/2018

Parola chiave: Legislazione nazionale, Operatore socio-assistenziale e sanitario

 

L'uso della marijuana, dopo la liberalizzazione in 29 paesi, è in continuo aumento non solo tra i giovani ma anche tra la popolazione anziana, sia a scopo terapeutico che a scopo ricreativo. E' da presumere che chi ha iniziato a fumare gli spinelli negli anni '60 e '70 continui a farlo ancora, anche se non con una cadenza regolare. 

 

Di Todaro Fabio, www.fondazioneveronesi.it, 25/09/2018

Parola chiave: Medicina alternativa, Stili di vita

 

Secondo uno studio effettuato dall’International Longevity Center nel Regno Unito chi invecchia in buona salute sarebbe addirittura più produttivo rispetto ai colleghi più giovani. Rimane peraltro il dubbio che i vantaggi di questa situazione siano ascrivibili solo alla comunità e non all'interessato.

 

Da Rold Cristina, www.ilsole24ore.com, 17/09/2018

Parola chiave: Lavoro nella terza età

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 57 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.