|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
22/09/2018

Fonte
www.quotidianosanita.it

Il consumo di bevande alcoliche causa di morte per 2,8 milioni di persone ogni anno

Secondo uno studio della serie Global Burden of Disease, pubblicato su Lancet, nel mondo una persona su tre consuma bevande alcoliche (cioè 2,4 miliardi di persone), senza sapere probabilmente che le bevande alcoliche sono responsabili di 1 decesso su 10 nella fascia d’età compresa tra i 15 e i 49 anni.

Lo studio fornisce una stima molto accurata del consumo di alcol, grazie alla combinazione di diverse fonti di dati. Analizza le vendite di alcol, dei dati auto-riferiti sul consumo di alcol, altri da fonti del turismo che stimano il numero di visitatori che consumano alcol in una certa area, e prende in considerazione anche delle stime del livello di traffico illegale di alcol e di produzione domestica.

Diverse ricerche hanno evidenziato anche degli effetti benefici di un consumo ragionevole di alcol ed un suo effetto protettivo, in particolare contro la cardiopatia ischemica e la comparsa di diabete; tuttavia viene anche riscontrato che l’effetto combinato dei rischi per la salute associati all’alcol aumentano parallelamente all’aumentare del consumo. Di conseguenza, secondo gli autori dello studio, gli effetti protettivi dell’alcol sono nettamente surclassati dai tanti rischi che comporta per la salute.


(Tratto dall’articolo www.quotidianosanita.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Welfare aziendale tra dimensione organizzativa e cura della persona

Nelle società sfidate dalla crisi del welfare pubblico, il welfare aziendale in quanto strumento che consente di mantenere in equilibrio due interessi in gioco - il lavoro e le esigenze delle persone - diventa un architrave del modello sociale europeo.

Cina: successo dell'università della terza età

Sembra che in Cina le università della terza età abbiano un grande successo. Solo a Shangai sono 800.000 gli anziani studenti, in tutta la Cina 8 milioni.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Secondo uno studio della Pennsylvania State University, pubblicato su Food Chemistry, il consumo di funghi può rallentare l’invecchiamento. Il merito è dovuto a due sostanze antiossidanti presenti nell’alimento, il glutatione e l’ergotioneina, entrambe in grado di migliorare la salute.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 05/10/2018

Parola chiave: Alimentazione, Progetto obiettivo tutela della salute degli anziani

 

Gli anziani trascorrono gran parte del loro tempo in solitudine, spesso non per scelta. Eppure non dovrebbero mai essere lasciati soli: renderli partecipi della vita dei giovani allungherebbe la loro vita e quella di chi si fa di loro carico.

 

Scritto da Mathieu Enza il 11/10/2018

Parola chiave: Bisogni degli anziani

 

L'onlus di Confagricoltura Piemonte Senior l’età della saggezza ha consegnato un assegno di 20 mila e 600 euro ad Allegra Agnelli in qualità di Presidente della Fondazione Piemontese Ricerca sul Cancro.

 

Scritto da Desanti Gianni il 11/10/2018

Parola chiave: No profit, Tumore

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5818 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.