|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.ilsole24ore.com
17/09/2018

I lavoratori più anziani sono più produttivi dei più giovani?

Secondo uno studio effettuato dall’International Longevity Center nel Regno Unito, chi invecchia in buona salute sarebbe addirittura più produttivo rispetto ai colleghi più giovani. Con l’aumento dell’età media e dell’aspettativa di vita in salute dei lavoratori aumenterebbe infatti anche la loro efficienza sul lavoro.

Un aumento in termini di produttività oraria che si tradurrebbe in un beneficio economico per tutta la comunità. Il condizionale è d’obbligo, anche perché non è chiaro se oltre alla comunità, anche i diretti interessati beneficino del fatto di continuare a lavorare intens(iv)amente mentre gli anni passano.

Il fattore più potente attraverso il quale l’aspettativa di vita può generare un aumento della produzione è l’istruzione: a parità di altre condizioni, vivere di più aumenta il rendimento degli investimenti fatti per la propria formazione. È però necessaria una formazione continua che, soprattutto in Italia e nel sud Italia rispetto ad altri paesi europei, è poco praticata dai lavoratori anziani.

Altro fattore decisivo è la salute, che condiziona fortemente la produttività dei lavoratori anziani.


(Fonte: www.ilsole24ore.com)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Welfare territoriale e non autosufficienza in Toscana. Il contributo della FNP CISL Toscana alla qualificazione dei percorsi assistenziali. Rapporto 2017-2018

La non autosufficienza, tema sociale fortemente complesso e complicato, rappresenta da sempre un punto cardine dell’attività politico sindacale della Fnp Cisl.

Convegno a Milano su Alzheimer e tecnologia

Si è svolto a Milano, a cura della Federazione Alzheimer Italia, un convegno che aveva come tema quello di innovare e dar voce alle persone con demenza che, secondo le stime, solo in Italia, ammontano a oltre un milione e duecentomila.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

L'uso della marijuana, dopo la liberalizzazione in 29 paesi, è in continuo aumento non solo tra i giovani ma anche tra la popolazione anziana, sia a scopo terapeutico che a scopo ricreativo. E' da presumere che chi ha iniziato a fumare gli spinelli negli anni '60 e '70 continui a farlo ancora, anche se non con una cadenza regolare. 

 

Di Todaro Fabio, www.fondazioneveronesi.it, 25/09/2018

Parola chiave: Medicina alternativa, Stili di vita

 

Secondo uno studio effettuato dall’International Longevity Center nel Regno Unito chi invecchia in buona salute sarebbe addirittura più produttivo rispetto ai colleghi più giovani. Rimane peraltro il dubbio che i vantaggi di questa situazione siano ascrivibili solo alla comunità e non all'interessato.

 

Da Rold Cristina, www.ilsole24ore.com, 17/09/2018

Parola chiave: Lavoro nella terza età

 

Gli ultimi dati Istat sulla frequentazione del cinema attestano che questa è fortemente legata all’età ed è in prevalenza saltuaria (1-3 volte l’anno); questa saltuarietà rappresenta il 30% circa del target, contro l’11% delle frequenze regolari (4-6 volte l’anno) e il 7,7% delle frequenze assidue (7 o più volte l’anno).

 

Carrino Antonella, www.centrostudi.50epiu.it, 29/08/2018

Parola chiave: Cinema, Dati statistici

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 56 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.