|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.vita.it
13/09/2018

Educatori: quella legge che sembra fatta apposta per complicare la vita

Le modifiche apportate in legge di bilancio alla proposta di legge Iori hanno creato la paradossale situazione per cui qualche migliaio di educatori oggi è fuorilegge nei servizi socio-sanitari in cui da anni lavora.

Con l’intento di meglio disciplinare la professione dell’educatore professionale si è finito per dividerlo in due profili diversi, uno sanitario e uno sociale, generando un equivoco in coloro che oggi lavorano regolarmente con il titolo di educatore all’interno di quei servizi che la legge prevede e disciplina come socio-sanitari.

Nel DL 24423 infatti gli educatori socio-pedagocici potevano operare anche in ambito socio-sanitario limitatamente agli aspetti socio-educativi; mentre nel comma 594 dell’art. 1 della legge 205/2017(legge di bilancio) le parole socio-sanitario sono sostituite da “socio-assistenziale, limitatamente agli aspetti socio-educativi”. Ciò significa che qualche migliaio di persone che fino ad oggi hanno operato legittimamente all’interno di servizi socio-sanitari, non sono più idonei a ricoprire tale ruolo.

Per porre rimedio, in tempi brevi, si potrebbe specificare (come ha fatto la Regione Lombardia col DGR 3612 del 2015) che entrambe le figure (educatore sociale ed educatore sanitario) possono lavorare nei servizi socio-sanitari.
A medio termine si può individuare un solo percorso formativo e di qualificazione professionale dell’educatore che possa lavorare sia in ambito sociale sia in ambito sanitario e, a questo punto occorrerà specificarlo, anche in ambito socio-sanitario.


(Fonte: www.vita.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Le diseguaglianze incidono sulla durata e la qualità della vita

L'Istat certifica che la durata della vita e la salute delle persone sono connesse con le diseguaglianze economiche e culturali. C’è una differenza di 3 anni di aspettativa di vita tra un uomo scarsamente istruito e con poca disponibilità economica ed uno ricco e istruito.

Vantaggi della Pet therapy

Ad oggi  sono molti gli studi scientifici che dimostrano i vantaggi della Pet therapy; in particolare nel campo della geriatria e della psicologia. Molte case di riposo introducono animali e un recente studio dell’Università di Parma mostra come, in questi contesti, diminuiscano gli stati di ansia, depressione, apatia, solitudine.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

All’ultimo congresso annuale dei geriatri italiani (SIGG) è stato proposto di alzare la tradizionale soglia dell’anzianità da 65 a 75 anni. Questa nuova definizione dell’età anziana non è una sorta di maquillage giovanilistico ma trova essenzialmente le sue giustificazioni in almeno due ordini di motivi.

 

Filippi Vittorio, www.neodemos.info, 21/02/2019

Parola chiave: Longevità, Qualità della vita

 

Secondo uno studio del Centro Studi di Confindustria e confermato dall’Osservatorio di Cisl, gli interventi di welfare aziendale che riguardano il sostegno e la cura della famiglia sono ancora marginali nelle scelte dei lavoratori ma le richieste di questo genere di servizi sono in aumento.

 

Santoni Valentino , www.secondowelfare.it, 22/02/2019

Parola chiave: Welfare

 

Negli ultimi anni l'aspettativa di vita si è molto allungata (85 anni per la donna, 82 anni per l'uomo), quindi è indispensabile occuparsi della sessualità anche negli anziani, che dovrebbe essere considerata una componente importante nella qualità della vita.

 

Fabrizi Adele, www.ilfattoquotidiano.it, 26/01/2019

Parola chiave: Sessualità

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 72 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.