|

|

|

|

|


Autore

Editore
Editrice Socialmente 2019, pp.172

2032: idee per la longevità

La scrittrice Lidia Ravera coglie nella sua prefazione una delle ragioni di fondo del volume; la necessità di "mettere a tema" una delle questioni più citate e meno studiate della società italiana: l'innalzamento dell'età media, abbinato al calo delle nascite, e la trasformazione dell'Italia in un Paese sempre più "anziano".

Spi Cgil Emilia-Romagna e Auser Emilia-Romagna evidenziano nella presentazione come "2032: idee per la longevità" nasca dalla voglia di ragionare, senza un esplicito filo conduttore, di quale potrà essere la condizione anziana nel prossimo futuro, provando a superare una certa riottosità a confrontarsi con lo scenario che ci si troverà di fronte. L'appello al confronto sulla longevità è stato positivamente colto da vari e autorevoli interlocutori. Alle analisi e proposte di studiosi di varie discipline si alternano le riflessioni di esponenti dell'associazionismo, del mondo sindacale, politico e istituzionale, della chiesa cattolica. Al rigore dell'inquadramento scientifico di una vicenda complessa si affianca qualche spunto ironico, che aiuta a non farsi sopraffare dalle difficoltà e ad affrontarle, come ci suggerisce Lidia Ravera "... soprattutto: senza paura". Prefazione di Lidia Ravera.


(Fonte: www.libreriauniversitaria.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

LINEE GUIDA E PROCEDURE DI SERVIZIO SOCIALE

Questo libro raccoglie in maniera sistematizzata le indicazioni operative che gli assistenti sociali, impegnati nel lavoro sul campo a diretto contatto con l'utenza, seguono in ottemperanza alle leggi di settore, agli orientamenti dell'ente per cui lavorano, ai regolamenti di servizio.

Leggere e scrivere per contrastare la demenza

Da uno studio americano, pubblicato su Neurology, emerge che leggere e scrivere potrebbe essere uno scudo contro la demenza; i ricercatori avrebbero scoperto che coloro che non hanno mai imparato a leggere e scrivere potrebbero avere un rischio quasi tre volte maggiore di sviluppare una demenza rispetto chi è in grado di farlo.

Ultimi inserimenti in Libro

 

Noi ultrasessantacinquenni siamo più di 13 milioni in Italia ed è giunta l'ora di scoprire che abbiamo una nuova, meravigliosa libertà: il tempo. Sì, perché se ci prendiamo cura di noi stessi, ci aspettano ancora tanti anni pieni di energia e possibilità.

 

Bragadin Gian Marco, Sperling & Kupfer, 2018

 

Storie di donne. Con un filo conduttore unico: la salute del cuore e dell’apparato cardiovascolare femminile e la prevenzione. Non vuole essere un libro di medicina.

 

Rota Vender Lidia, Pappagallo Mario, Sperling & Kupfer, 2007

 

A quasi novant'anni, la vecchia vive sola a Torino con l'anziano gatto Veleno, felino human friendly, e con i ricordi di un amore finito (la sua compagna, l'amatissima Nora, è morta da molti anni ormai); non ha altro da fare se non tenere il conto dei nuovi dolori alle ossa, ascoltare alla radio notizie di violenze e catastrofi - omicidi, bombe negli aeroporti, siccità -, e fare quattro chiacchiere con l'amica e coetanea Malvina, sempre più smemorata e persa sui sentieri affollati della demenza.

 

Giacobino Margherita, Mondadori, 2018

Visualizza altri Libri In archivio sono presenti 1805 Libri

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.