|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
24/10/2018

Fonte
www.huffingtonpost.it

Il cervello delle donne è più attivo di quello degli uomini

Il cervello femminile sembrerebbe essere più attivo di quello dei maschi, grazie ad un maggior afflusso sanguigno.

Lo studio è stato condotto in California da un team della Amen Clinics di Newpor, utilizzando la Tomografia ad emissione di fotone singolo, che permette di misurare il flusso sanguigno all'interno del cervello.

I dati raccolti indicano che il cervello femminile è particolarmente attivo nella corteccia prefrontale e nel sistema limbico: questo è forse il motivo per cui le donne tendono a mostrare maggior empatia, intuizione e autocontrollo, ma anche una maggior inclinazione ad ansia, depressione, insonnia e disturbi alimentari.

Al contrario, l'attività cerebrale maschile è risultata più elevata nelle aree legate alla visione e alla coordinazione.

Queste differenze risultano molto utili per capire le maggiori probabilità di soffrire più o meno di certi disturbi, in particolare per quantificare il rischio di andare incontro a disturbi cerebrali come l'Alzheimer.


(Tratto dall’articolo www.huffingtonpost.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Il deficit uditivo: una vera e propria patologia e non solo una manifestazione dell'età avanzata

Il deficit dell’udito viene spesso liquidato come una normale manifestazione dell’età avanzata, invece si tratta di una vera e propria patologia che potrebbe degenerare rapidamente se non opportunamente curata.

Le famiglie si indebitano per garantire l'assistenza domiciliare ai loro cari non autosufficienti

Lo scorso 30 novembre, nel convegno di Confartigianato Imprese Piemonte e Anap Piemonte (Associazione nazionale anziani e pensionati), è stato trattato il tema Salute, benessere e cronicità: le nuove sfide.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Gli studenti degli Istituti superiori Natta e Caniana di Bergamo si faranno insegnanti e terranno, tra gennaio e febbraio, 4 corsi gratuiti di primo e secondo livello rivolti agli over 60, per imparare a utilizzare il computer e lo smartphone.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 15/01/2019

Parola chiave: Digital divide, Rapporti intergenerazionali

 

Uno studio condotto dalla Washington University di St. Louis e diffuso dall'Agenzia Reuters Health, ha rivelato che bere fino a sette drink a settimana (equivalente a a 0,35 litri di birra, un bicchiere di vino da 175 ml o uno shot di superalcolici da 45 ml) potrebbe proteggere dall'insufficienza cardiaca e aiutare a vivere più a lungo.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 15/01/2019

Parola chiave: Malattie cardiovascolari, Prevenzione

 

Non solo Clint Eastwood, ma anche Robert Redford, Jane Fonda e molti altri sono sulla cresta dell'onda con i loro nuovi film. Anche il cinema deve farei i conti con un mondo in cui la vecchiaia ha spostato i suoi confini in avanti e sembrano non esistere più limiti fisici e intellettuali. 

 

Scritto da Desanti Gianni il 15/01/2019

Parola chiave: Cinema, Cultura e informazione: fruizione e richiesta, Senior marketing

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5896 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.