|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
19/11/2018

Fonte
www.tgcom24.mediaset.it

Il sesso nella maturità

L’eros non è affatto appannaggio dei giovani. La maturità permette di raggiungere il massimo dell'appagamento e della consapevolezza.

L’aumentare della sicurezza di sé fa crescere l’autostima e l'accettazione, superando tabù che creano imbarazzi e limitazioni.

Mantenere viva la voglia di cercare e sperimentare risulta un cardine importante anche con il passare degli anni; superando le inibizioni di un tempo è più facile indirizzare il patner verso la sperimentazione del piacere.

Uno studio del Pfizer Global Study of Sexual Attitudes and Behaviors, condotto su quasi trentamila persone in età compresa tra i 40 e gli 80 anni e in 29 Paesi del mondo, mette in luce che per oltre l'80% degli uomini ed il 60% delle donne il sesso è una componente importante della vita quotidiana.


(Tratto dall’articolo www.tgcom24.mediaset.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Ecco perché nei fast food a friggere patatine adesso ci sono i nonni

Eravamo abituati ai ristoranti di cibo pronto e veloce affollati di teenager che prendono ordinazioni. Invece, negli Stati Uniti, le catene di fast food hanno preso a cercare personale senior e il fenomeno si inizia a notare anche in altri settori, come quello del trasporto aereo. 

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Gli studenti degli Istituti superiori Natta e Caniana di Bergamo si faranno insegnanti e terranno, tra gennaio e febbraio, 4 corsi gratuiti di primo e secondo livello rivolti agli over 60, per imparare a utilizzare il computer e lo smartphone.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 15/01/2019

Parola chiave: Digital divide, Rapporti intergenerazionali

 

Uno studio condotto dalla Washington University di St. Louis e diffuso dall'Agenzia Reuters Health, ha rivelato che bere fino a sette drink a settimana (equivalente a a 0,35 litri di birra, un bicchiere di vino da 175 ml o uno shot di superalcolici da 45 ml) potrebbe proteggere dall'insufficienza cardiaca e aiutare a vivere più a lungo.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 15/01/2019

Parola chiave: Malattie cardiovascolari, Prevenzione

 

Non solo Clint Eastwood, ma anche Robert Redford, Jane Fonda e molti altri sono sulla cresta dell'onda con i loro nuovi film. Anche il cinema deve farei i conti con un mondo in cui la vecchiaia ha spostato i suoi confini in avanti e sembrano non esistere più limiti fisici e intellettuali. 

 

Scritto da Desanti Gianni il 15/01/2019

Parola chiave: Cinema, Cultura e informazione: fruizione e richiesta, Senior marketing

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5896 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.