|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.centrostudi.50epiu.it
01/11/2018

La depressione può accelerare l'invecchiamento cerebrale

Uno studio condotto dall’università di Sussex e pubblicato sulla rivista Psychological Medicine ha associato la depressione ad un rapido invecchiamento cerebrale.

Questo nuovo studio è il primo a offrire una solida prova dell’impatto della depressione sul declino delle funzioni cognitive. Su un totale di 71000 soggetti, i ricercatori hanno condotto una review sistematica di 34 studi longitudinali. Lo studio si è focalizzato sul legame tre stati depressivi (sintomatologia e diagnosi clinica) e progressivo deficit nella memoria, nelle funzioni esecutive, nella velocità di elaborazione delle informazioni. Coloro che avevano manifestato stati depressivi andavano incontro a un maggior e più veloce declino cognitivo. Il risultato è molto importante perché stabilisce una chiara connessione tra una patologia diffusa e la salute generale del cervello in età avanzata.

La co-autrice della ricerca, Darya Gaysina, commentando il risultato sostiene la necessità di trattare adeguatamente le patologie psichiche per salvaguardare le funzioni cerebrali in tarda età.


(Fonte: www.centrostudi.50epiu.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

In Italia solo il 3% degli anziani usufruisce dell'assistenza domiciliare

In Italia, che si conferma il Paese più vecchio del mondo insieme al Giappone, solo 3 anziani su 100 hanno possibilità di avere l’assistenza domiciliare.

Musica e danze per gli ammalati di Alzheimer

Secondo uno studio del Ministero della Salute inglese, per curare gli ammalati di Alzheimer potrebbero essere più utili musica e danze piuttosto che l'eccessivo utilizzo di medicinali.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Il riso è indicato come sostituto della pasta, soprattutto per gli over 50, per le sue benefiche proprietà nutrizionali e per le sue qualità organolettiche.

 

, www.altraeta.it, 30/04/2019

Parola chiave: Alimentazione

 

Sindrome Italia è la definizione utilizzata in Romania per i problemi di salute mentale accusati da chi ha lavorato come badante in Italia.

 

Raso Beatrice, www.meteoweb.eu, 26/02/2019

Parola chiave: Assistente familiare, badante

 

Nell’era digitale in cui i giovani sembrano i detentori del sapere, la Modern Elder Academy (MEA) si propone come il luogo in cui i senior possono valorizzare le proprie capacità.

 

Russo Linda, www.centrostudi.50epiu.it, 26/03/2019

Parola chiave: Educazione permanente, Lavoro nella terza età

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 76 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.