|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
29/11/2018

Fonte
www.ansa.it

Da una ricerca Ipsos: un italiano su due non pratica attività sportiva

Una ricerca Ipsos svela che in Italia, un uomo su due non pratica attività fisica.

Il dato è emerso nel corso dell'evento AndroDay. Percorsi di salute al maschile, dove viene sottolineato, tra le altre cose, che il 26% di coloro che praticano attività sportiva si dedicata allo sport meno di tre volte a settimana.

Fra coloro che hanno la licenza media o titolo inferiore si registra la massima percentuale di chi non fa sport, mentre sono tanti i laureati che lo praticano più di tre volte a settimana. Palestra (36%), corsa (27%) e calcio (25%) risultano le attività sportive più praticate, davanti a nuoto (14%), ciclismo (11%), tennis (8%).

A preoccupare sono il 22% dei lavoratori intervistati che, oltre a "non muoversi" dalla propria postazione, risultano poco attenti all'alimentazione e all'assunzione di acqua e si dichiarano poco soddisfatti della vita sentimentale.

La ricerca presenta anche il profilo di chi è attento a ciò che mangia: laureato, residente nel Nord-Ovest, di età compresa tra i 50 e i 70 anni rappresenta il 26% degli intervistati. Questo tipo di persona consuma tutti i giorni frutta e verdura, alterna il consumo di pesce e carne, limita al minimo snack e cibo da fast food; la pasta viene consumata quotidianamente dal 68% degli intervistati


(Tratto dall’articolo www.ansa.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Re-stare: una app per anziani in difficoltà

Viene sperimentata nel torinese una applicazione da usarsi con lo smartphone per monitorare a domicilio anziani in difficoltà; da un lato consente di tenere sotto controllo i parametri vitali, in modo da registrare tempestivamente l’insorgenza di problemi, dall’altro consente video consulti specialistici a distanza.

Marche: fanalino di coda nella spesa sociale per gli anziani

Secondo le elaborazioni dell’Ufficio Studi Confartigianato Marche sui recentissimi dati Istat, nel 2016 la spesa dei Comuni marchigiani per i servizi sociali ammonta a 98 euro per residente, livello pro capite inferiore alla media nazionale (116 euro a persona).

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Secondo una ricerca Ipsos, riportata da Avvenire, in Italia mancherebbero circa 250.000 posti letto in Case di riposo per anziani.

 

Scritto da Desanti Gianni il 21/03/2019

Parola chiave: Residenza Sanitaria Assistenziale

 

Secondo uno studio della Banca Mondiale sono solo sei i Paesi nel mondo che garantiscono a uomini e donne pari diritti: si tratta di Belgio, Danimarca, Francia, Lettonia, Lussemburgo e Svezia.

 

Scritto da Dario Luciana il 18/03/2019

Parola chiave: Ageism, Lavoro nella terza età

 

Si chiama Swedish death decluttering e si riassume con: conti a posto, armadi in ordine, ricevute catalogate, accumulo di oggetti eliminato.

 

Scritto da Lacchi Nives il 18/03/2019

Parola chiave: Stili di vita

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5958 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.