|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.corriere.it
02/12/2018

Smemorati da giovani, demenza da anziani? Vero o falso?

Rovistare per ore nelle tasche o in borsa alla ricerca degli occhiali, non ricordare di aver chiuso la macchina o dove è parcheggiata, mettere a soqquadro la casa per trovare il telefono. Molti “smemorati” temono che ci sia una correlazione tra dimenticare da giovani e sviluppare patologie come demenza o decadimento cognitivo nella terza età. È una preoccupazione fondata?

Per capirlo, la valutazione finale spetta a un neurologo che può effettuare test di misura della memoria nelle sue varie componenti. Ci si deve allarmare quando la memoria di lavoro (quella a breve termine) inizia a dare problemi pratici nella vita; non è invece preoccupante se la dimenticanza è solo frutto di disattenzione.

Può rassicurare tutti, e non solo gli smemorati, sapere che la prevenzione del declino cognitivo è efficace. Come? Mantenere la mente attiva (con esercizi di logica, o corsi, o attività di gioco); controllare la pressione arteriosa; controllare i valori del colesterolo e della glicemia a digiuno; non fumare; seguire una dieta sana; evitare il sovrappeso; fare attività fisica aerobica ogni giorno; dormire bene (almeno 8 ore a notte).


(Fonte: www.corriere.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Suoni dolci durante il sonno combattono i deficit di memoria

Sottoporsi a una dolce stimolazione sonora durante il sonno profondo, il cosiddetto rumore rosa, migliorerebbe la memoria di persone con deficit cognitivi e a rischio di sviluppare il morbo di Alzheimer. Quanto più la stimolazione sonora riesce ad aumentare il sonno profondo, tanto più migliora la memoria.

Corti di lunga vita, il concorso di cortometraggi sull'anzianità

Tutta la vita, questo è il titolo della terza edizione di Corti di lunga vita, il concorso proposto da 50&Più sui cortometraggi dedicati all'anzianità. Quest’anno lache saranno giudicati da una giuria sarà presieduta da Paolo Virzì.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Andrea Camilleri è deceduto “alle ore 8.20 del 17 luglio 2019 presso l’ospedale Santo Spirito.  Insieme alla moglie Rosetta, l’altra compagna irrinunciabile nella vita dello scrittore scomparso è stata appunto la parola. Il suo linguaggio è stato un’alta forma di sperimentazione letteraria, che lo rendeva allo stesso tempo ostico nella traduzione, ma capace di annodare legami fortissimi col suo pubblico.

 

Arduini Stefano, www.vita.it, 17/07/2019

Parola chiave: Letteratura, Linguaggio

 

Dopo un maggio piovoso è esplosa l’estate. Con le temperature alte aumenta la sudorazione corporea, che fa perdere liquidi e sali minerali preziosi per il nostro organismo; vengono messi a dura prova corpo, umore e cervello.

 

Regina Simona, www.lastampa.it, 18/06/2019

Parola chiave: Servizi assistenziali

 

L'articolo analizza nel dettaglio un'esperienza di domiciliarità sviluppata a Piossasco in Piemonte. L’intervento centrale del progetto è la visita domiciliare, azione che ha lo scopo di “mettersi in ascolto”, superando la logica dell’intervento prestazionale che si attiva a fronte di uno specifico bisogno conclamato; al contrario, si è partiti dal contatto con gli anziani - la maggior parte dei quali non erano in carico ai servizi - per verificare le loro condizioni di vita e impostando quindi eventuali successivi interventi sulla base dei bisogni e dei desideri emersi in quella sede.

 

Ceccarini Luana, Rao Salvatore, Pollo Deborah, www.secondowelfare.it, 23/10/2018

Parola chiave: Assistenza Domiciliare Integrata, Cure a domicilio

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 79 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.