|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
17/12/2018

Fonte
www.italiaoggi.it

Sempre più anziani liberi professionisti

Libere professioni sempre più contraddistinte dall'età (avanzata) di chi le esercita: guadagnano terreno le pensioni erogate dalle Casse private (oltre 383 mila nel 2017, con una crescita annua di quasi lo 0,49%).

Lo rivela l'VIII Rapporto sulla previdenza privata, presentato l'11 dicembre, a palazzo Giustiniani, a Roma, dal presidente dell'Associazione Alberto Oliveti, sottolineando come il comparto mostri segni d'invecchiamento. Arriva, infatti, nel 2018, lo storico “sorpasso” dei lavoratori autonomi ultrasessantenni (il 28,7% della popolazione italiana) a scapito delle “matricole” under 30, la cui percentuale si ferma al 28,4%.


(Tratto dall’articolo www.italiaoggi.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Musica e danze per gli ammalati di Alzheimer

Secondo uno studio del Ministero della Salute inglese, per curare gli ammalati di Alzheimer potrebbero essere più utili musica e danze piuttosto che l'eccessivo utilizzo di medicinali.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

La Regione Veneto, prima in Italia, ha reso disponibile un sito dedicato alle demenze che mette in contatto, raccorda e condivide informazioni utili, sia per il cittadino che per i sanitari e i professionisti del sociale. I diversi protagonisti del settore possono così essere guidati verso il miglior percorso di cura per la patologia della demenza che affligge moltissimi anziani. 

 

Scritto da Desanti Gianni il 05/06/2019

Parola chiave: Demenza senile

 

Il Financial Times li definisce giovani-vecchi: sono i sessantenni di oggi.

 

Scritto da Dario Luciana il 04/06/2019

Parola chiave: Lavoro nella terza età, Senior marketing

 

Da uno studio sulle motivazioni che determinano gli atteggiamenti della popolazione verso il monitoraggio della pressione arteriosa, è emerso che in Europa e USA quasi i tre quarti degli adulti affetti da ipertensione arteriosa scelgono di tenere un comportamento attivo, contro i due terzi del Giappone.

 

Scritto da Dario Luciana il 04/06/2019

Parola chiave: Analisi comparative, Prevenzione, Ricerca

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5970 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.