|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.vita.it
14/12/2018

Il ruolo politico dell'imprenditoria sociale, un'economia che genera impatto

In un convegno svoltosi a Catania, imprenditori sociali e cooperatori rivendicano il loro ruolo politico, la loro posizione di intermediari e collettori tra enti pubblici e cittadini per costruire un nuovo assetto sociale ed economico partendo da un welfare che risponda alle esigenze e bisogni delle persone.

In un quadro di crisi delle finanze e dei diritti, in cui enti pubblici non riescono a garantire assistenza, l’asticella della povertà continua a crescere e ci si pone la domanda di come sia possibile mantenere un elevato livello di welfare.

È compito della cooperazione sociale affrontare oggi questa grande sfida. Ma bisogna dare fiato alle opportunità e riattivare quei sensori sociali per fare in modo che tutti possano farcela e non soltanto chi proviene da un contesto economico e sociale agiato. Per ridisegnare un nuovo welfare bisogna investire su formazione, ricerca, istruzione e costruire insieme alla Comunità percorsi virtuosi.


(Fonte: www.vita.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Anziani, rischio malnutrizione e disturbi alimentari

HappyAgeing, l'Alleanza italiana per l'invecchiamento attivo, in occasione della Giornata Mondiale dell'Alimentazione, ha condotto uno studio sulla malnutrizione e i disturbi alimentari degli anziani.

Nello zaino dell’operatore sociale. Strumenti della relazione d’aiuto (Modulo 2)

Il corso, organizzato dall’Università della Strada del Gruppo Abele, in programma per il 20 e 21 febbraio 2019 alla Fabbrica delle “e” di Torino, offre una riflessione su una metodologia impiegata nella relazione di aiuto e nei contesti organizzativi, che utilizza un approccio sistemico per far emergere gli irrisoltirelazionali, che influenzano pesantemente il regolare sviluppo esistenziale.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

Uno studio pubblicato sulla rivista Journal of Applied Physiology da ricercatori della Ball State University di Muncie (Usa) giunge alle seguente conclusione: allenarsi regolarmente potrebbe aiutare a restare giovani; i settantenni che hanno sempre praticato un’attività fisica avrebbero una salute cardiovascolare simile a quella di chi ha 30 anni di meno.

 

Comerci Nadia, salute24.ilsole24ore.com, 27/11/2018

Parola chiave: Attività fisica, Invecchiamento attivo

 

Rovistare per ore nelle tasche o in borsa alla ricerca degli occhiali, non ricordare di aver chiuso la macchina o dove è parcheggiata, mettere a soqquadro la casa per trovare il telefono. Molti “smemorati” temono che ci sia una correlazione tra dimenticare da giovani e sviluppare patologie come demenza o decadimento cognitivo nella terza età. È una preoccupazione fondata?

 

Turin Silvia, www.corriere.it, 02/12/2018

Parola chiave: Disturbi della memoria, Prevenzione, Stili di vita

 

Un disegno di legge approvato l’8 novembre scorso dal Parlamento tedesco contiene le linee guida per un progetto di riforma delle pensioni con costi stimati, da oggi al 2025, di 31 miliardi di euro.

 

Carrino Antonella, www.centrostudi.50epiu.it, 22/11/2018

Parola chiave: Europa, Pensionamento, problemi del, Povertà, Sistema pensionistico

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 67 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.