|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
09/02/2019

Fonte
www.corriere.it

Zimbawe: nonne reclutate per dare supporto ad assistenza psicologica

Nello Zimbabwe, un Paese povero di risorse e dove ci sono soltanto 12 psichiatri su oltre 16 milioni di abitanti, grazie a un programma di formazione, le nonne, sedute su una panchina, offrono un sostegno alle persone che non hanno accesso a servizi psichiatrici convenzionali.

Si chiama la Panchina dell’amicizia e l’ha inventata nel 2006 lo psichiatra Dixon Chibanda. Il programma ha avuto successo non solo in molti altri Paesi africani ma anche a New York e a Londra, dove è stato esportato.

Le nonne, infatti, sono considerate le custodi della saggezza locale e hanno esperienza che possono condividere. Hanno empatia, sanno ascoltare, sono amate, rispettate ed hanno tempo libero. I nonni, invece, non vengono reclutati perché tendono ad imporre le loro scelte e sono molto meno bravi a usare l’empatia o a dare un abbraccio.

Una volta individuato il problema, la nonna comincia a esporre il modo per risolverlo con un piano di azione definito, ad esempio fare visita a una zia. L’idea è di alzarsi dalla panchina con una possibile soluzione. La prima sessione può durare fino a un’ora e mezzo, quelle successive durano invece una mezz’ora. Dopo 4 sedute, il paziente è inviato a una comunità, che funziona come gruppo di supporto.


(Tratto dall’articolo www.corriere.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Un nuovo progetto per l'integrazione

“Coltiviamoci, insieme si può” è un progetto nato in Abruzzo con l’obiettivo di promuovere uno scambio di esperienze tra generazioni diverse e categorie fragili, sensibilizzando i giovani al volontariato.

Italiani in fuga all'estero

I flussi degli italiani che lasciano l'Italia sono simili, come dimensioni, a quelli successivi alla Seconda Guerra Mondiale.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Grazie a un casco si ricreano gli effetti della visione tubolare, causata dalla restrizione del campo visivo, e di ciò che accade in seguito al danneggiamento della parte centrale della retina. Un ronzio nelle orecchie e/o una riproduzione di suoni ovattati simulano la difficoltà di sentire delle persone avanti con gli anni. I disturbi linguistici vengono simulati attraverso un microfono inserito nel casco che trasmette le parole con un leggero ritardo. Lo sforzo maggiore viene proposto durante una passeggiata simulata: il robot riproduce l’affaticamento, la rigidità dei muscoli e delle articolazioni e sono sufficienti pochi passi per variare, accelerando, il battito cardiaco.

 

Scritto da Lacchi Nives il 12/04/2019

Parola chiave: Tecnologia

 

Da uno studio pubblicato su The Lancet, rivista scientifica inglese di ambito medico, si apprende che mangiare male uccide più del fumo, della pressione alta e di qualunque altro fattore di rischio.

 

Scritto da Lacchi Nives il 12/04/2019

Parola chiave: Alimentazione

 

La Fondazione Banco Alimentare Onlus, in collaborazione con Kellogg, ha istituito il progetto Evviva la colazione con un triplice obiettivo: raccogliere cibo per la prima colazione, far compagnia agli anziani soli e offrirgli suggerimenti per una buona alimentazione.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 12/04/2019

Parola chiave: Abitazione, Alimentazione

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5983 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.