|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
14/02/2019

Fonte
www.facileanziani.it

Anziani con patente di guida

In Svizzera si mira a far abbandonare volontariamente agli anziani la patente prima del tempo, offrendo loro l’opportunità di viaggiare sui mezzi pubblici a prezzi agevolati.

Il progetto, nella sua fase iniziale, registra un certo successo: sono già in molti coloro che restituiscono la propria patente di guida per usufruire della consistente agevolazione tariffaria per il trasporto urbano e per le lunghe percorrenze.

Triplice è il beneficio: liberare l’anziano non più sicuro alla guida dalla responsabilità della gestione dell’autovettura, diminuire i rischi derivanti da una guida non sicura e pericolosa anche per gli altri e nello stesso tempo riconoscere all’anziano un premio alla propria responsabilità sociale, senza per questo dover rinunciare alle proprie scelte di movimento all’interno della città e del Paese.

In altri Paesi, invece, il tema dell’anziano al volante viene affrontato in modo diverso: al guidatore si chiede di non allontanarsi più di tanti chilometri dalla propria residenza e di non percorrere autostrade e strade a grande traffico.


(Tratto dall’articolo www.facileanziani.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Nuove tecnologie per la popolazione anziana

Lo scorso 27 e 28 Marzo si è tenuta a Praga, nelle sale del Municipio della Città Vecchia e del palazzo Ceská Sporitelna, una importante Conferenza Internazionale annua sulla tematica dell’invecchiamento dal titolo New Technologies: Opportunity or Challenge for the Aging Population?.

Anziani sempre più "giovanili": evitiamo le letture superficiali

All’ultimo congresso annuale dei geriatri italiani (SIGG) è stato proposto di alzare la tradizionale soglia dell’anzianità da 65 a 75 anni. Questa nuova definizione dell’età anziana non è una sorta di maquillage giovanilistico ma trova essenzialmente le sue giustificazioni in almeno due ordini di motivi.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

I ricercatori della St George’s University di Londra, guidati da Tess Harris, hanno esaminato i dati relativi a 1.297 partecipanti a studi clinici sulla attività motoria registrata dal contapassi. Metà dei partecipanti è stata invitata ad usare il contapassi per 12 settimane mentre all’altra metà è stato chiesto utilizzarlo.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 15/07/2019

Parola chiave: Disturbi e malattie legati all'invecchiamento, Osteoporosi, Qualità della vita

 

Il magazine di Vita disponibile da luglio 2019 non si sofferma solo sul dato demografico che conferma l'allungamento della vita e la maggiore presenza percentuale nella società degli anziani, ma indica come necessario un cambio di paradigma economico e sociale dentro il quale il Terzo settore può essere un protagonista.

 

Scritto da Desanti Gianni il 11/07/2019

Parola chiave: Invecchiamento attivo

 

In base al progetto di Birra Moretti Deliver-A-Nonna, dal 22 al 27 luglio a Londra e Brighton gli abitanti potranno ospitare una nonna italiana che cucinerà a domicilio. Le nonne proporranno tre piatti e gli ospitanti potranno cimentarsi a cucinare assieme. 

 

Scritto da Faraglia Sonia il 10/07/2019

Parola chiave: Tempo libero, hobbies

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5994 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.