|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
13/03/2019

Fonte
www.fondazioneveronesi.it

Minor consumo di sale a beneficio di cuore ed arterie

Numerosi studi confermano il beneficio che la riduzione del consumo di sale porterebbe sui valori pressori. Il quantitativo giornaliero non dovrebbe superare i cinque grammi, tra quelli naturalmente presenti negli alimenti e quelli aggiunti. Ovvero: l'equivalente di un cucchiaino da caffè, per non mettere a rischio il cuore e le arterie.

La precisazione giunge nel corso della settimana per la riduzione dei consumi di sale, che quest'anno ha rappresentato l'occasione per puntualizzare un'evidenza scientifica consolidata, ma rimessa in discussione negli ultimi anni: il ruolo che l'eccesso di sale assunto attraverso la dieta gioca nell'insorgenza dell'ipertensione. Un aspetto su cui non ci possono essere più dubbi, nonostante una serie di recenti pubblicazioni abbiano generato una controversia scientifica e dubbi sulla convenienza della correzione dell’abuso di sale.

La posizione espressa dagli esperti italiani, condivisa anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, mantiene validi  i seguenti suggerimenti: diminuire il consumo di sale, scolare e sciacquare verdure e fagioli in scatola, mangiare più frutta e verdure fresche e, per aggiungere sapore ai piatti usare erbe, spezie, aglio e limone (al posto del sale).


(Tratto dall’articolo www.fondazioneveronesi.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Anziani e mattone, un binomio sempre più difficile

Molti anziani vivono in una casa che vale più di 200.000 euro ma hanno una scarsa o nulla disponibilità di denaro.

Coronavirus: come aiutare gli anziani a fare la spesa

Coronavirus e anziani: per loro stare a casa non è un consiglio ma un imperativo. All'interno della crisi che stiamo vivendo sulla nostra pelle, si diffondono sempre più iniziative da parte di Onlus, comuni, privati e aziende al fine di consegnare beni essenziali (cibo e farmaci) alle categorie più a rischio. Il primo passo è stato preso dalle grandi catene di distribuzione, per evitare anche che gli anziani si mettano in coda nelle lunghe file al di fuori del supermercato.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Il Comune di Torre Annunziata ha organizzato un servizio di assistenza telefonica agli anziani.

 

Scritto da Mathieu Enza il 24/05/2020

Parola chiave: Progetto obiettivo tutela della salute degli anziani

 

Il Ministero della Salute sta ipotizzando un piano da attuare affinché da metà settembre si vaccinino bambini fino ai 6 anni e anziani over 60 contro l'influenza stagionale.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 25/05/2020

Parola chiave: Prevenzione, Vaccinazioni

 

La pandemia causata da covid-19 è stata la prima del nuovo millennio. L'opinione pubblica ha dedicato molta attenzione ai turni massacranti a cui si sono sottoposti operatori sanitari e medici per contenere l'epidemia, e alla saturazione dei pronto soccorso a seguito del diffondersi della epidemia.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 25/05/2020

Parola chiave: Benessere

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6225 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.