|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
13/03/2019

Fonte
www.fondazioneveronesi.it

Minor consumo di sale a beneficio di cuore ed arterie

Numerosi studi confermano il beneficio che la riduzione del consumo di sale porterebbe sui valori pressori. Il quantitativo giornaliero non dovrebbe superare i cinque grammi, tra quelli naturalmente presenti negli alimenti e quelli aggiunti. Ovvero: l'equivalente di un cucchiaino da caffè, per non mettere a rischio il cuore e le arterie.

La precisazione giunge nel corso della settimana per la riduzione dei consumi di sale, che quest'anno ha rappresentato l'occasione per puntualizzare un'evidenza scientifica consolidata, ma rimessa in discussione negli ultimi anni: il ruolo che l'eccesso di sale assunto attraverso la dieta gioca nell'insorgenza dell'ipertensione. Un aspetto su cui non ci possono essere più dubbi, nonostante una serie di recenti pubblicazioni abbiano generato una controversia scientifica e dubbi sulla convenienza della correzione dell’abuso di sale.

La posizione espressa dagli esperti italiani, condivisa anche dall'Organizzazione Mondiale della Sanità, mantiene validi  i seguenti suggerimenti: diminuire il consumo di sale, scolare e sciacquare verdure e fagioli in scatola, mangiare più frutta e verdure fresche e, per aggiungere sapore ai piatti usare erbe, spezie, aglio e limone (al posto del sale).


(Tratto dall’articolo www.fondazioneveronesi.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Disservizi CUP: criticità sulle liste d'attesa

Dal report sull'attività del numero verde 1500 del Ministero della Sanità è emerso che il 59% dei cittadini si è lamentato dei tempi troppo lunghi per l’erogazione della prestazione, con picchi di telefonate dalle Regioni Lazio e Lombardia. Le telefonate sono partite principalmente da utenti femminili e l'età media dei segnalatori è di 64 anni.

Quando si diventa vecchi? Questione burocratica o stile di vita?

Alcune recenti notizie di cronaca hanno acceso sui media il dibattito su quando si diventerebbe vecchi. Ovviamente l’argomento deve interessare molto i nostri contemporanei, altrimenti non ne si sarebbe parlato tanto!

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Grazie a un casco si ricreano gli effetti della visione tubolare, causata dalla restrizione del campo visivo, e di ciò che accade in seguito al danneggiamento della parte centrale della retina. Un ronzio nelle orecchie e/o una riproduzione di suoni ovattati simulano la difficoltà di sentire delle persone avanti con gli anni. I disturbi linguistici vengono simulati attraverso un microfono inserito nel casco che trasmette le parole con un leggero ritardo. Lo sforzo maggiore viene proposto durante una passeggiata simulata: il robot riproduce l’affaticamento, la rigidità dei muscoli e delle articolazioni e sono sufficienti pochi passi per variare, accelerando, il battito cardiaco.

 

Scritto da Lacchi Nives il 12/04/2019

Parola chiave: Tecnologia

 

Da uno studio pubblicato su The Lancet, rivista scientifica inglese di ambito medico, si apprende che mangiare male uccide più del fumo, della pressione alta e di qualunque altro fattore di rischio.

 

Scritto da Lacchi Nives il 12/04/2019

Parola chiave: Alimentazione

 

La Fondazione Banco Alimentare Onlus, in collaborazione con Kellogg, ha istituito il progetto Evviva la colazione con un triplice obiettivo: raccogliere cibo per la prima colazione, far compagnia agli anziani soli e offrirgli suggerimenti per una buona alimentazione.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 12/04/2019

Parola chiave: Abitazione, Alimentazione

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5983 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.