|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
20/06/2019

Fonte
www.centrostudi.50epiu.it

La salute vien ballando

L'University of Technology, in collaborazione con l'accademia australiana Queensland Ballet, ha ideato il progetto Ballet Moves for Adult Creative Health. L'obiettivo del progetto è la misurazione del benessere fisico e cognitivo dei partecipanti dopo aver seguito 10 lezioni consecutive di balletto.

Dai risultati emerge che dopo le lezioni gli anziani hanno migliorato il proprio senso dell'equilibrio e la propria stabilità, e per estensione si è ridotta la probabilità di cadute. In secondo luogo, il ballo stimola il tono muscolare e migliora la forza e la resistenza beneficiando l'apparato cardiocircolatorio e la flessibilità articolatoria. A livello cognitivo, lo sforzo richiesto per mantenere la concentrazione ha allontanato le preoccupazioni, e la socializzazione ha migliorato l'umore degli utenti. 

Infine, da Telegraph emerge che in Gran Bretagna il trend delle iscrizioni presso le scuole di danza, da parte degli over 50, è in crescita, a conferma che il ballo può essere un modo per incentivare gli anziani ad un invecchiamento sano e attivo.


(Sintesi redatta da: Sonia Faraglia)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Le pensioni sono sufficienti per garantirsi l'assistenza familiare?

Dal risultato dell’analisi condotta per Il Sole 24 Ore del lunedì da Domina (associazione nazionale di famiglie datori di lavoro domestico), emerge che con la sola pensione il 52,9% degli anziani può permettersi l’assistenza di un lavoratore domestico per appena cinque ore alla settimana. Il 17,8% può pagare un aiuto per 25 ore e appena il 9,5% può aspirare a una badante convivente.

Istat: rispetto per gli spazi pubblici e attenzione alla guida

Dal report Senso civico: atteggiamenti e comportamenti dei cittadini nella vita quotidiana diffuso dall’Istat, emerge, in Italia, un maggior rispetto del decoro degli spazi pubblici, pari all’84% delle persone di 18 anni e più, nel 2018.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

I ricercatori dell'università del Massachusetts, hanno scoperto che inserendo i gusci d'uovo nell'idrogel ed impiantandoli successivamente nell'apparato osseo lesionato, questi sarebbero in grado di riparare le cellule danneggiate e accelerare la guarigione in caso di fratture, invecchiamento o neoplasie.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 01/08/2019

Parola chiave: Benessere

 

Il Comune di Piacenza ripropone il progetto Vicinato solidale, aperto a studenti universitari fuori sede che frequentino uno degli atenei piacentini o il Conservatorio.

 

Scritto da Coppi Mariarosa il 25/07/2019

Parola chiave: Domicilio, Lavoro socialmente utile, Relazione di cura, Volontariato a favore di anziani

 

Un augurio di buone vacanze per i nostri lettori che si concedono qualche giorno di riposo. Credo che chi si occupa delle persone anziane tenga sempre un orecchio attento a quello che capita in uno dei settori più delicati, se non il più delicato, della nostra vita civile.

 

Scritto da Trabucchi Marco il 08/08/2019

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5956 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.