|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
30/09/2019

Fonte
www.vita.it

Alzheimer: questo sconociuto

Nel rapporto diffuso in occasione della Giornata mondiale dell’Alzheimer dello scorso settembre, è emerso che due terzi degli intervistati pensa ancora che la demenza sia conseguenza del normale invecchiamento.

L’atteggiamento verso la demenza, questo il titolo del Rapporto mondiale Alzheimer 2019 presentato dalla Federazione Alzheimer Italia, rappresentante nel nostro Paese dell’Adi (Alzheimer’s Disease International), evidenzia un’allarmante mancanza di conoscenza a livello globale della demenza.  L’indagine mette in luce come un atteggiamento negativo verso la malattia impedisca alle persone di chiedere informazioni, supporto e assistenza medica che potrebbero migliorare notevolmente la durata e la qualità della vita.

Il 48% degli intervistati è convinto che la memoria di una persona con demenza non migliorerà mai, neppure con interventi medici; mentre 1 su 4 pensa che non si possa fare nulla per prevenirne l'insorgere del morbo. Gli atteggiamenti verso la malattia registrano opinioni diverse a seconda delle fasce regionali, socioeconomiche e culturali, ma è indubbio che alcune convinzioni errate siano ancora radicate in maniera consistente anche nella nostra opinione pubblica.


(Tratto dall’articolo www.vita.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

La qualità della comunicazione. Alla scoperta dell'anziano in difficoltà

La comunicazione è connaturata all'essere umano. Non si può non comunicare, recita il primo famosissimo assioma di Watzlawick. Siamo composti di comunicazione.

Note intorno al problema della morte

L’uomo sa d’essere destinato a morire, sa che la morte è il suo destino, e lo sa anche quando per vivere cerca di rimuoverne il pensiero. La filosofia, che è la restituzione dell’uomo al suo destino, è da sempre lo «stare» nella domanda sulla morte.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Da un rapporto del Centro di Ricerca Cinese sull'Invecchiamento, è emerso che circa il 36% degli anziani cinesi si sente solo (i dati risalgono al biennio 2015-2017). Lo studio inoltre dimostra che questo problema colpisce soprattutto le famiglie in cui la comunicazione tra i membri è scarsa.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 10/01/2020

Parola chiave: Solitudine

 

Trentatré anziani, ospiti delle strutture Israa di Treviso, sono i protagonisti di alcuni scatti che riproducono una quarantina di opere d’arte famose. Gli utenti non sono più visti come dei malati a cui fornire cure, ma diventano veri e propri protagonisti della loro vita.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 10/01/2020

Parola chiave: Arte, creatività

 

Un appello al ministro Speranza è stato lanciato dai medici specialisti in geriatria per far fronte all’assistenza ospedaliera geriatrica.

 

Scritto da Mathieu Enza il 09/01/2020

Parola chiave: Bisogni degli anziani

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6148 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.