|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
29/10/2019

Fonte
www.insalutenews.it

Milano: entra nella fase test il progetto di robot per la tutela dell'anziano

Il progetto europeo MoveCare, che coniuga Internet of Things (IoT), Intelligenza Artificiale e robotica con l’obiettivo di migliorare la qualità della vita degli anziani soli, di cui l’Università degli Studi di Milano è capofila, entra nella fase di test.

Attraverso un sistema di Internet of Things, vengono raccolti una serie di dati sulla persona, abitudini in casa, abilità cognitive e funzionalità motoria poi immagazzinati in cloud. Questi vengono analizzati da un’Intelligenza Artificiale che valuta un eventuale declino psico-fisico e restituisce una serie di proposte personalizzate all’anziano, quali svolgimento di attività sociali ed esercizi fisici, indizi sulla ricerca di oggetti smarriti in casa, persone da contattare.

Il test, della durata di 10 settimane, coinvolgerà complessivamente 30 persone anziane sole. Ciascun utente riceverà un kit di sensori, degli smart objects, tra i quali una palla anti-stress e dei plantari sensorizzati, un tablet e l’accesso a un activity center connesso alla televisione per le attività sociali e cognitive, una piattaforma digitale di esercizi da svolgere mediante giochi e dei microfoni. Venti utenti riceveranno anche un robot.


(Tratto dall’articolo www.insalutenews.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

La follia di Dunbar

«Mi hanno rubato il mio impero». Henry Dunbar, magnate canadese dei media, ha commesso un errore imperdonabile per un uomo ricco e potente come lui: voler conservare i privilegi del potere senza avere il potere.

Anziani al volante, pericolo costante? Uno studio dice di no!

Gli anziani che guidano automobili sembrano essere vittime di un ingiusto pregiudizio: non c'è alcuna correlazione tra gli incidenti stradali e gli autisti anziani. Il dato emerge da uno studio che ha preso in considerazione l'intero data set del Ministero dei Trasporti.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Secondo i dati della Cassa Edile, elaborati a Brescia, il lavoro nell'edilizia è poco scelto dai giovani (solo il 14% ha meno di 31 anni).

 

Scritto da Desanti Gianni il 05/12/2019

Parola chiave: Analisi demografica, Lavoro nella terza età

 

Una ricerca americana svela che una dieta sana, come quella mediterranea, diminuisce il rischio di sviluppare problemi uditivi durante l’invecchiamento.

 

Scritto da Mathieu Enza il 02/12/2019

Parola chiave: Alimentazione

 

Gli anziani che guidano automobili sembrano essere vittime di un ingiusto pregiudizio: non c'è alcuna correlazione tra gli incidenti stradali e gli autisti anziani. Il dato emerge da uno studio che ha preso in considerazione l'intero data set del Ministero dei Trasporti.

 

Scritto da Desanti Gianni il 26/11/2019

Parola chiave: Autonomia, Dati statistici, Trasporti

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5792 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.