|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
18/11/2019

Fonte
www.adnkronos.com

Leggere e scrivere per contrastare la demenza

Da uno studio americano, pubblicato su Neurology, emerge che leggere e scrivere potrebbe essere uno scudo contro la demenza; i ricercatori avrebbero scoperto che coloro che non hanno mai imparato a leggere e scrivere potrebbero avere un rischio quasi tre volte maggiore di sviluppare una demenza rispetto chi è in grado di farlo.

La ricerca ha coinvolto 983 persone con un'età media di 77 anni, tutti con un basso livello di istruzione ai quali i ricercatori hanno chiesto se avessero mai imparato a leggere o scrivere, dividendoli poi in due gruppi: 237 analfabeti e 746 alfabetizzati.

Dai dati raccolti, tenendo conto di età, stato socioeconomico e malattie cardiovascolari, è risultato che gli anziani che non sapevano leggere e scrivere avevano una probabilità quasi tre volte maggiore di demenza.


(Tratto dall’articolo www.adnkronos.com)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Leggere e scrivere per contrastare la demenza

Da uno studio americano, pubblicato su Neurology, emerge che leggere e scrivere potrebbe essere uno scudo contro la demenza; i ricercatori avrebbero scoperto che coloro che non hanno mai imparato a leggere e scrivere potrebbero avere un rischio quasi tre volte maggiore di sviluppare una demenza rispetto chi è in grado di farlo.

Su con la vita

Beryl Dusinbery, detta la Principessa Schweppessodawasser, è stata una donna fatale: ha avuto molti amanti e corteggiatori e si è sposata diverse volte. Dei suoi tre figli - Pen, Sandy e Oliver - però non si è mai interessata.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

Natale è associato alla festa, ai regali, alla famiglia. Tuttavia, non sempre è così per gli anziani nelle case di riposo, che spesso in questo periodo percepiscono ancora di più la solitudine.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 09/12/2019

Parola chiave: Residenza Sanitaria Assistenziale, Volontariato a favore di anziani

 

I dati diffusi recentemente dall’Istat in riferimento alle nascite avvenute in Italia nel 2018 confermano un costante decremento. L’analisi statistica evidenzia che è in calo anche il numero medio di figli per donna (TFT), passato dal 1,30 (dato costante dal 1993 al 2203) al 1,29 registrato nell’ultima indagine.

 

Scritto da Lacchi Nives il 08/12/2019

Parola chiave: Analisi demografica, Dati statistici, Famiglia

 

La tematica dell'invecchiamento della popolazione è sempre più sentita nel nostro Paese. Ad aumentare non sono solamente gli anni, ma anche la possibilità di contrarre malattie croniche e le situazioni di comorbidità (l'insorgenza di una patologia concomitante ad un'altra).

 

Scritto da Faraglia Sonia il 04/12/2019

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 5795 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.