|

|

|

|

|


Autore

Data Notizia
10/12/2019

Fonte
www.rainews.it

Roma: presentato primo rapporto Istat su disabilità

Dal primo rapporto Istat sulle persone con disabilità, presentato a Roma, emerge che il 5,2% della popolazione italiana, circa 3,1 milioni di persone, a causa di problemi di salute, hanno gravi limitazioni che gli impediscono di svolgere normali attività quotidiane; gli ultra 75enni in condizione di disabilità sono circa 1,5 milioni, dei quali quasi 1 milione sono donne.

Secondo il Rapporto, sono le Isole ad essere al primo posto con un'incidenza del 6,3% della popolazione contro il 4,8% (il valore più basso) del Nord. Nella popolazione compresa tra i 15 e i 64 anni è occupato solo il 31,3% di coloro che soffrono di gravi limitazioni e la maggior parte è occupata nel settore della Pubblica Amministrazione. Soltanto il 43,5% delle persone con limitazioni dispone di una rete di relazioni e questo comporta un grave ostacolo alla partecipazione culturale; infatti solo il 9,3% delle persone che ne soffrono va frequentemente al cinema, al teatro, a un concerto o visita un museo durante l'anno.

Dal rapporto Istat emerge inoltre che in Italia le famiglie nelle quali vive almeno una persona con limitazioni gravi sono circa 2 milioni e 300 mila, all’interno delle quali conciliare vita lavorativa e attività di cura non è sempre facile.


(Tratto dall’articolo www.rainews.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Attivato Sos psicologico per medici e operatori sanitari

In tutto il territorio nazionale, in ospedali e Asl sono stati organizzati servizi di ascolto psicologico in piccoli gruppi, o colloqui individuali per medici e infermieri sotto pressione da settimane a causa dell’epidemia da Coronavirus, specie nelle zone più colpite.

Attraverso i videogiochi gli anziani dimenticano le loro malattie

In un reportage tedesco uomini e donne, di età compresa tra i 60 e gli 80 anni, raccontano la loro vita scandita da tornei professionistici di sport elettronici, eSport (dall'inglese electronic sports), video su YouTube e terapie innovative che sfruttano il videogioco e le nuove tecnologie per rendere più godibile la vita quotidiana.

Ultimi inserimenti in Notizia

 

È la fase 2, ovvero il tempo per una progressiva, seppur lenta, ripresa della normalità. Vorrei dedicare questi appunti in particolare alla ripresa delle attività nelle residenze per anziani, luoghi colpiti più di tutti dal Covid-19 e quindi più di altri attenti e prudenti.

 

Scritto da Trabucchi Marco il 29/05/2020

Parola chiave: Residenza Sanitaria Assistenziale, Strutture residenziali per anziani

 

Il Comune di Torre Annunziata ha organizzato un servizio di assistenza telefonica agli anziani.

 

Scritto da Mathieu Enza il 24/05/2020

Parola chiave: Progetto obiettivo tutela della salute degli anziani

 

Il Ministero della Salute sta ipotizzando un piano da attuare affinché da metà settembre si vaccinino bambini fino ai 6 anni e anziani over 60 contro l'influenza stagionale.

 

Scritto da Faraglia Sonia il 25/05/2020

Parola chiave: Prevenzione, Vaccinazioni

Visualizza altri Notizie In archivio sono presenti 6226 Notizie

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.