|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.centrostudi.50epiu.it
07/01/2020

'Barbonismo domestico': alla radice, la solitudine

Ci sono casi in cui la solitudine, in modo particolare nella fase più avanzata della vita, porta le persone a vivere in uno stato di abbandono sia verso se stessi sia verso l’ambiente abitato.

Si parla di barbonismo domestico quando le abitazioni vengono trasformate in vere e proprie discariche. Nella casa si accumulano gli oggetti più disparati, in un allarmante quadro igienico, come se le cose potessero offrire un rapporto e riempire il vuoto della solitudine. Spesso a peggiorare la situazione c'è il fatto che le persone anziane che vivono questa situazione ai limiti, sono oggetto di una forte dipendenza da farmaci, che vengono assunti in dosi massicce o accompagnati da un eccessivo consumo di alcol.

Nel 2016 in uno ricerca fatta su Roma e pubblicata con il titolo "Uno studio sul barbonismo domestico nell’area metropolitana di Roma. Tra povertà, Sindrome di Diogene e disposofobia" a cura del sociologo Luca Di Censi, segnalava che tra il 2003 e il 2014 erano stati individuati 660 casi relativi a questa problematica. Lo studio evidenzia che il fenomeno di barbonismo domestico (chiamato anche Sindrome di Diogene, dal filosofo greco che viveva in condizioni precarie all’interno di una botte) riguarda soggetti giovani e anziani, che più della metà vivono in una casa di proprietà, sono in possesso di un reddito ed hanno ricevuto una educazione scolastica qualificata. Queste persone non rientrano in una situazione di disagio economico, pertanto il fenomeno non va letto esclusivamente dal punto di vista reddituale. La loro situazione è il frutto di più problematiche, che necessitano di un intervento sinergico.

Il sociologo Di Censi ritiene che la situazione possa peggiorare per una serie di correlazioni quali l’invecchiamento, l’assottigliarsi delle reti familiari, sociali. Ritiene sia necessario un welfare rigenerativo che sia cioè in grado di rigenerare le risorse (già) disponibili, responsabilizzando le persone che ricevono aiuto, al fine di aumentare il rendimento degli interventi delle politiche sociali a beneficio dell’intera collettività.

Per fronteggiare la situazione, il Comune di Roma ha messo a punto un progetto sperimentale dal titolo “Vicini di casa. Servizio di prossimità a persone o nuclei in condizioni di fragilità sociale”.


(Fonte: www.centrostudi.50epiu.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Nipoti di Babbo Natale: l'iniziativa per gli anziani soli

Natale è associato alla festa, ai regali, alla famiglia. Tuttavia, non sempre è così per gli anziani nelle case di riposo, che spesso in questo periodo percepiscono ancora di più la solitudine.

Brother and Sister: a Memoir

Quando erano bambini nella periferia di Los Angeles negli anni '50, Diane Keaton e suo fratello minore, Randy, erano i migliori amici e compagni: condividevano storie di notte nei loro letti a castello; hanno nuotato, riso, vestito per Halloween.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

In questa atmosfera di incertezza, che colpisce in particolare l’anziano, è utile seguire alcune indicazioni pratiche, derivate dall’esperienza di medici attenti alla salute di chi non è più giovane.

 

Trabucchi Marco, , n.,

Parola chiave: Epidemie, Solitudine

 

Evitare i luoghi affollati, restare in casa il più possibile e limitare gli spostamenti allo stretto necessario, evitando i contatti stretti. Sono questi, in sintesi, i consigli che il Ministero della Salute ha voluto dare alle persone anziane, la fascia di popolazione maggiormente colpita dall’emergenza coronavirus di questi giorni nel nostro Paese.

 

Skytg24, tg24.sky.it, n., 2020

Parola chiave: Prevenzione

 

Neodemos, foro di osservazione, analisi e proposte delle tendenze in atto, con l’articolo di Massimo Livi Bacci approfondisce la natura del virus Covid-19, le sue conseguenze sulla salute, la letalità, le politiche sanitarie per debellarlo o contenerlo.

 

Livi Bacci Massimo, www.neodemos.info, 10/03/2020

Parola chiave: Epidemie

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 107 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.