|

|

|

|

|


Autore

Fonte
www.centrostudi.50epiu.it
07/01/2020

'Barbonismo domestico': alla radice, la solitudine

Ci sono casi in cui la solitudine, in modo particolare nella fase più avanzata della vita, porta le persone a vivere in uno stato di abbandono sia verso se stessi sia verso l’ambiente abitato.

Si parla di barbonismo domestico quando le abitazioni vengono trasformate in vere e proprie discariche. Nella casa si accumulano gli oggetti più disparati, in un allarmante quadro igienico, come se le cose potessero offrire un rapporto e riempire il vuoto della solitudine. Spesso a peggiorare la situazione c'è il fatto che le persone anziane che vivono questa situazione ai limiti, sono oggetto di una forte dipendenza da farmaci, che vengono assunti in dosi massicce o accompagnati da un eccessivo consumo di alcol.

Nel 2016 in uno ricerca fatta su Roma e pubblicata con il titolo "Uno studio sul barbonismo domestico nell’area metropolitana di Roma. Tra povertà, Sindrome di Diogene e disposofobia" a cura del sociologo Luca Di Censi, segnalava che tra il 2003 e il 2014 erano stati individuati 660 casi relativi a questa problematica. Lo studio evidenzia che il fenomeno di barbonismo domestico (chiamato anche Sindrome di Diogene, dal filosofo greco che viveva in condizioni precarie all’interno di una botte) riguarda soggetti giovani e anziani, che più della metà vivono in una casa di proprietà, sono in possesso di un reddito ed hanno ricevuto una educazione scolastica qualificata. Queste persone non rientrano in una situazione di disagio economico, pertanto il fenomeno non va letto esclusivamente dal punto di vista reddituale. La loro situazione è il frutto di più problematiche, che necessitano di un intervento sinergico.

Il sociologo Di Censi ritiene che la situazione possa peggiorare per una serie di correlazioni quali l’invecchiamento, l’assottigliarsi delle reti familiari, sociali. Ritiene sia necessario un welfare rigenerativo che sia cioè in grado di rigenerare le risorse (già) disponibili, responsabilizzando le persone che ricevono aiuto, al fine di aumentare il rendimento degli interventi delle politiche sociali a beneficio dell’intera collettività.

Per fronteggiare la situazione, il Comune di Roma ha messo a punto un progetto sperimentale dal titolo “Vicini di casa. Servizio di prossimità a persone o nuclei in condizioni di fragilità sociale”.


(Fonte: www.centrostudi.50epiu.it)

Tutto il materiale e le informazioni presenti in questo Sito Web sono protetti dal diritto di copyright, ossia dal diritto di proprietà e tutti i contenuti del sito appartengono esclusivamente a Fondazione Leonardo. Tali contenuti possono includere immagini, fotografie, illustrazioni, testi, inserti video e audio, disegni, logotipi e marchi di fabbrica. Tutti i diritti sono riservati.

Lei mi parla ancora, un film di Pupi Avati che racconta una lunga storia d’amore

È uscito il nuovo film di Pupi Avati Lei mi parla ancora. Nel lungometraggio, tratto dall’omonimo libro di Giuseppe Sgarbi, Avati racconta la storia d’amore che ha scandito e accompagnato tutta la vita dell’autore e della moglie Rina Cavallini.

In Trentino arrivano i corsi di "vita sana" per i dipendenti

Un corso obbligatorio da seguire a distanza per “l’invecchiamento attivo e l’adozione di stili di vita salutari”. Questo il messaggio, parte di una lettera più lunga, ricevuto in questi giorni dai dipendenti della Provincia di Trento.

Ultimi inserimenti in Periodico

 

La Federazione italiana delle Associazioni di Volontariato in Oncologia (Favo), in collaborazione con altre organizzazioni, ha promosso un corso di formazione a distanza destinato ai caregiver.

 

Redazione, www.quotidianosanita.it, 20/01/2021

Parola chiave: Assistente familiare, badante, Caregiver, Tumore

 

Il pilota veneto e vicentino Franco Picco ha raggiunto l’apice più alto e memorabile della sua carriera al traguardo dell’edizione 2021 della Parigi Dakar, nostante i successi e i podi raggiunti negli anni ’80. Ha gareggiato con il numero 65, chiesto e ottenuto, stampato sulla sua moto e corrispondente alla sua età.

 

Dal Maso Omar, www.ecovicentino.it, 20/01/2021

Parola chiave: Attività fisica, Longevità

 

Si intitola "Il metodo Montessori e gli anziani fragili – Principi e metodi per migliorare il benessere e le autonomie", il libro scritto da tre pedagogisti Federica Taddia, Annalisa Perino e Ruggero Poi, esperti nella filosofia montessoriana applicata alla terza età.

 

Giannetto Maria Enza, wisesociety.it, 06/01/2021

Parola chiave: Abitazione, Autonomia, Longevità

Visualizza altri Periodici In archivio sono presenti 149 Periodici

Inviaci le tue notizie

Puoi segnalarci: progetti, convegni, seminari, tutto ciò che può interessare chi si interessa della vita in età anziana.

Iscriviti alla newsletter

Resta sempre aggiornato e ricevi le più importanti notizie della settimana.